Rutelli: siamo all'opposizione e ci resteremo

1' di lettura

Il leader di Alleanza per l'Italia (Api) rispedisce al mittente la proposta di Bocchino di allargare la maggioranza ai centristi. E aggiunge: "Il problema del Pdl è lo strapotere della Lega". L'INTERVISTA

Fini, Berlusconi e il Pdl. LE FOTO
Pdl, c’eravamo tanto amati. IL VIDEO
Pd, tutto bene le vacanze?

Alleanza per l'Italia (Api) è all'opposizione e non intende cambiare campo "non vogliamo fare un partitino in più". Questo quanto annuncia il leader della nuova formazione Francesco Rutelli che propone un nuovo "polo politico sulla base delle proposte e non tanto delle alchimie politiche". L'annuncio dal meeting di Comunione e liberazione, dove l'ex dirigente del Pd invoca una nuova legge elettorale, arriva in risposta alla proposta avanzata dal capogruppo alla Camera di Futuro e Libertà Italo Bocchino che ha chiesto a Silvio Berlusconi di formare un nuovo governo, giudato da Berlusconi, ma con una maggioranza più ampia, che comprenda i finiani, l'Udc di Casini, l'Api di Rutelli e i moderati del Pd.

La proposta dei finiani, aggiunge Rutelli, "risponde a un problema gigantesco nel centrodestra, ovvero, lo strapotere della Lega" che, aggiunge: "detta legge".

Leggi tutto