Italia Futura: "Berlusconi ha deluso"

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
1' di lettura

La fondazione vicina a Luca Cordero di Montezemolo scongiura il ricorso alle urne e bocca il governo. Dure reazioni di Pdl e Lega: "Abbia il coraggio di scendere in politica"

Fini, Berlusconi e il Pdl. LE FOTO
Pdl, c’eravamo tanto amati. IL VIDEO



Montezemolo: delusi da Berlusconi - Sul sito della fondazione Italia Futura, vicina a Luca Cordero di Montezemolo, è apparso un editoriale assai critico nei confronti delle elezioni anticipate, che sarebbero "il peggior finale di una lunga e improduttiva stagione politica". Secondo il think-thank vicino all'ex presidente di Confindustria, la maggioranza ha il dovere di ricompattarsi, chiudere la legislatura, facendo un minimo di riforme essenziali.
"Berlusconi, Fini e Bossi -si legge sul sito - hanno il dovere di chiudere lo scontro istituzionale che non è degno di un Paese civile, di ricompattare la maggioranza sulla base di un programma elettorale anche minimo, di riforme essenziali per i cittadini e di completare la legislatura".

Al "monito" è allegato il giudizio negativo sul governo e sul premier. "Un leader - scrive Italia Futura - si misura sulla base dei risultati. Questi, nel giudizio dei cittadini, sono deludenti e ciò conterà nella valutazione del suo operato più di tutte le elezioni vinte per difetto di concorrenza, grande capacità comunicativa e straordinari mezzi organizzativi e mediatici".

Tuttavia "l'ennesima ordalia elettorale rappresenterebbe il peggior finale di una lunga e improduttiva stagione politica. Il bilancio della seconda Repubblica è "fallimentare" e ripropone un "Paese bloccato, invischiato in una transizione infinita e privo di un progetto comune". Berlusconi non ha realizzato la sua "mission".
Avrebbe voluto trasformare il Paese e oggi invece "dopo quasi dieci anni da presidente del Consiglio si dichiara impossibilitato a governare per colpa delle istituzioni che non e' stato capace di riformare. Questa legislatura - è il giudizio conclusivo di Italia Futura - si sta chiudendo con un conflitto istituzionale e tra schizzi di fango, senza precedenti".

Le reazioni del Pdl - Sull'intervento di Montezemolo si abbatte la reazione di Pdl e Lega. "Deve avere il coraggio di scendere in politica in modo esplicito - dice il capogruppo pidiellino Fabrizio Cicchitto - Non ci sembra proprio che i risultati del governo siano deludenti, visto che messo al riparo il Paese dalle conseguenze di una crisi economica durissima. Montezemolo per ora sta in riva al fiume, sperando che passino le spoglie dei suoi avversari di centrodestra. Ma corre anche il rischio di rimanerci indefinitamente, su quella riva, a scrutare l'acqua, mentre il tempo scorre, gli anni passano e la nebulosa centrista rimane allo stato gassoso".
Parole condivise dai ministri Matteoli e Rotondi, mentre uno dei coordinatori del Pdl, Sandro Bondi è convinto che "è una bella notizia la presa di posizione di Montezemolo. Speriamo che si decida a sciogliere i residui tentennamenti e compia una chiara e coerente scelta politica. Le idee e neppure i mezzi gli mancano per dimostrare ciò che vuole e soprattutto è capace di fare per il bene del nostro paese. La democrazia si avvantaggerà di posizioni coraggiose e trasparenti".
"La Costituzione garantisce il diritto di opinione. Montezemolo si è avvalso di questo diritto. Legittimamente ha espresso un suo parere. Ne prendiamo atto": è questo il giudizio del senatore della Lega Nord, Roberto Castelli, che aggiunge: "Il mio giudizio sul governo è ampiamente positivo. Se poi qualcuno ha deciso di cambiare idea e di non farci più governare... non c'è discussione, si vota".

I finiani - Decisamente diverso il tono delle reazioni dei parlamentari vicini a Gianfranco Fini. "Se il bipolarismo dovesse disgregarsi e ciò può avvenire soltanto per responsabilità di Berlusconi, si aprirebbe la strada a diversi scenari e in quel caso potrebbero anche crearsi delle vicinanze tra noi e Italia Futura. Ma lo ripeto: spero che il bipolarismo non si disgreghi". E' questo il commento di Italo Bocchino, capogruppo di Futuro e Libertà alla Camera, che aggiunge:"Nella presa di posizione di Montezemoloci sono cose condivisibili ed altre meno. Condivido l'appello a ricompattare la maggioranza ma non concordo del tutto sulle critiche all'operato del governo. L'azione dell'esecutivo è stata positiva, il centrodestra si è bloccato nelle dinamiche interne del partito culminate nella decisione di Berlusconi di espellere Gianfranco Fini".

La replica di Italia Futura - "Reazioni assurde". Così Italia Futura, per voce del suo direttore Andrea Romano, replica ai commenti giunti soprattutto dal Pdl all'editoriale in cui oggi la Fondazione ha criticato il premier ed ha detto no ad elezioni anticipate. Nel merito Romano rinvia a quanto scritto nel post: "ci atteniamo a quanto scritto nell'editoriale". Ma il Pdl risponde piccato e invita Montezemolo a scendere in politica. "Sono le solite reazioni nei confronti di Montezemolo ogni volta che non si attiene strettamente al suo ruolo di manager. E' assurdo che la politica reagisca così, è come se ritenessero che chi non è in politica non avesse diritto ad intervenire".

Leggi tutto