Briguglio: "Illusorio pensare di dividere finiani"

Carmelo Briguglio
1' di lettura

Il deputato di Futuro e Libertà e anche tornato sull'accusa ai servizi segreti "Abbiamo elementi per credere che sia vero". Su Fini dice che è "è sereno e si rimette al giudizio della magistratura"

Fini, Berlusconi e il Pdl. LE FOTO
Pdl, c’eravamo tanto amati. IL VIDEO

Carmelo Briguglio, deputato di Futuro e Libertà avverte il Pdl: "Pensare di dividere i finiani è illusorio". Tra i deputati fedeli al presidente della Camera "non ci sono nè falchi nè colombe, ma una squadra compatta che difende Fini. Ma anche un modo di essere nel centrodestra e nella coalizione". Per quanto riguarda la proposta di riavvicinamento lanciata da Berlusconi, il deputato dice che "è un dato da cogliere e verificare speriamo ritorni la politica e cessi la forsennata campagna mediatica contro Fini"

Sulla presunta guerra dei dossier che sarebbe stata sul punto di scoppiare tra le due ex anime del Pdl Briguglio sostiene che "noi ci siamo solo difesi. Se vogliamo la trasparenza a 360 gradi, questa deve essere in tutte le direzioni". Il deputato di Fli torna anche sull'attività di settori deviati dei servizi segreti contro i finiani e conferma che si tratta di "c'è stata una denuncia dell'onorevole Italo Bocchino all'autorità giudiziaria e al Copasir, che lo ha sentito in seduta segreta. Noi abbiamo elementi per credere che questo sia vero e c'è un'indagine interna in corso da parte degli stessi servizi"

Per quanto riguarda Giancarlo Tugliani, il cognato del presidente della Camera, Briguglio si dice certo "che non ha mai esercitato influenza né politica né di altra natura su Fini". "Conosciamo bene il presidente della Camera e la sua correttezza". E Briguglio conclude rassicurando che "il presidente della Camera è molto sereno, mantiene il suo stile che dinanzi a eventi come questi  si rimette al giudizio della magistratura e non solleva questioni di ipotetici complotti".

Leggi tutto