Rosy Bindi: "Al voto con una nuova legge elettorale"

Rosy Bindi (Credits: Lapresse)
1' di lettura

Intervistata da SkyTG24, il presidente del Pd dice di non avere “nessun timore neanche del confronto elettorale con un Berlusconi che si presenta con un bilancio fallimentare” ma chiede la riforma del sistema di voto. GUARDA L'INTERVISTA

“Indubbiamente non possiamo che condividere un giudizio severo. C’è una classe dirigente che continua a macchiarsi di comportamenti non esemplari. Farei comunque molta fatica a mettere tutti sullo stesso piano, ci sono responsabilità precise”. Così il presidente del PD Rosy Bindi ha commentato a SkyTg24 l’attacco di Famiglia Cristiana alla classe politica.

“Tutti noi comunque dobbiamo fare qualcosa di più perché il comportamento di alcuni non si trasformi in una delegittimazione totale della classe dirigente del Paese, della politica e soprattutto delle istituzioni. Il Pd è pronto e non ha nessun timore neanche del confronto elettorale con un Berlusconi che si presenta con un bilancio fallimentare dal punto di vista politico, governativo e persino dal punto di vista morale. Chiediamo soltanto una nuova legge elettorale”.

Quanto all'affaire che ha coinvolto Gianfranco Fini, Bindi ha spiegato: “non è una vicenda esemplare, aspettiamo ancora alcune spiegazioni. Consideriamo tuttavia strumentale la richiesta delle sue dimissioni da parte di Berlusconi, dei giornali di famiglia e del Pdl”.

Leggi tutto