Csm, Vietti è il nuovo vicepresidente

Michele Vietti
1' di lettura

Per lui hanno votato 24 consiglieri del nuovo plenum, mentre 2 sono state le schede bianche. Non ha votato, come da prassi, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che augura un "confronto sereno" senza contrapposizioni

Michele Vietti è il nuovo vicepresidente del Csm. L'ex presidente vicario dell'Udc alla Camera è stato eletto a Palazzo dei Marescialli.
Presente il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che ha presieduto la seduta ma che, come di consueto, non ha votato.

Il presidente della Repubblica ha comunque lasciato trasparire una certa soddisfazione per la capacità del Csm di eleggere quasi all'unanimità il proprio vicepresidente, Vietti, e ha auspicato che la nuova consiliatura sappia prendere di petto la questione dei controlli sulla professionalità dei magistrati.

Michele Vietti -
Piemontese, 56 anni, avvocato, ex sottosegretario alla Giustizia, Michele Giuseppe Vietti, esponente dell'Udc, rivestirà per i prossimi 4 anni il ruolo di vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura.

Nato a Lanzo Torinese il 10 febbraio 1954, si è laureato in Giurisprudenza all'Università di Torino nel 1977. Dal 1978 al 1987 ha collaborato presso la prima Cattedra di Diritto Civile
della Facoltà di Giurisprudenza dello stesso Ateneo. Dal 1983 al 1989 è stato vicepretore a Rivarolo Canavese. La sua attività politica è iniziata con l'incarico di consigliere
comunale a Torino dal 1990 al 1997.
Nel 1996 Vietti si candidò alla Camera nel collegio di Chivasso: sostenuto dal centrodestra ma non dalla Lega Nord, ottenne il 34,6% dei consensi. Per il neo-vicepresidentedell'organo di autogoverno della magistratura, non è la prima volta a Palazzo dei Marescialli: dal 1998 al 2001, infatti, è stato uno dei membri laici del Csm. Nel maggio 2001 è stato eletto alla Camera dei deputati nel collegio n.17- Piemonte 1 (Lanzo, Rivarolo, Cuorgne') ed è stato deputato della XII legislatura quando ha presieduto il Comitato Pareri della Prima Commissione (Affari Costituzionali) della Camera ed ha fatto parte della Giunta per le autorizzazioni a procedere in giudizio. Vietti ha anche presieduto la Commissione ministeriale per la riforma del diritto societario, la
Commissione ministeriale per la riforma del diritto delle professioni intellettuali, nonché il gruppo di lavoro per la riforma del diritto fallimentare, per la tutela degli acquirenti di immobili e per l'unificazione degli albi dei commercialisti.

Dal 2002 ha aderito all'Unione Democratici Cristiani e Democratici di Centro (Udc). Ha ricoperto incarichi governativi come sottosegretario al ministero della Giustizia (secondo
Governo Berlusconi) e sottosegretario al Ministero dell'Economia e delle Finanze (terzo Governo Berlusconi). Nel 2006 è stato eletto deputato nella circoscrizione I (Piemonte
1) e nell'anno successivo è stato nominato vicesegretario nazionale del suo partito. Nel 2008 Vietti e' stato di nuovo eletto alla Camera, dove ha ricevuto l'incarico di presidente
vicario del gruppo parlamentare Udc.

Leggi tutto