Berlusconi: "Belle e laureate, non come la Bindi"

1' di lettura

Il presidente del Consiglio, in visita all’università telematica Ecampus di Como, ricasca nella battuta sull'esponente del Pd. Nel mirino della sua ironia anche gli studi di Antonio Di Pietro, che replica annunciando querele

Silvio Berlusconi, in visita all'università telematica Ecampus di Novedrate (Como) è rimasto oltre un'ora tra gli studenti. Ha parlato a braccio per una ventina di minuti spaziando dalla politica in generale, senza dimenticare uscite ironiche nei confronti di due esponenti dell'opposizione come Rosy Bindi e il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro.
Spesso, avrebbe affermato Berlusconi secondo la testimonianza di alcuni partecipanti all'incontro, viene detto che le persone che il presidente del Consiglio nomina sono tutte carine, veline e senza cervello. Ma, avrebbe aggiunto Berlusconi presentando una bella ragazza, ci sono giovani che si laureano con il massimo dei voti e non assomigliano a Rosy Bindi.

Davanti alla platea radunata nell'auditorium di Ecampus - all'incontro hanno partecipato in videoconferenza anche studenti della sede umbra dell'ateneo, di quella di Messina e di Roma - il primo ministro ha poi tracciato un parallelo tra il suo excursus universitario e quello del leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro.

“Quando studiavo per prepararmi agli esami - avrebbe sostenuto Berlusconi parlando del suo impegno all'università - lo sapeva tutto il condominio in cui abitavo e, per questo, faceva silenzio per permettermi di prepararmi bene e poi, superato l'esame, facevo festa. Quanto a Di Pietro, avrebbe ancora sottolineato Berlusconi, secondo i partecipanti all'incontro, appare difficile capire perché nel suo paese nessuno sapesse niente della sua laurea. Una battuta che il leader dell'Idv non ha gradito annunciando querela e sfidando il premier a presentarsi in tribunale.

Accolto, intorno a mezzogiorno, da una piccola folla di cittadini e di giornalisti, cui Berlusconi non ha rilasciato dichiarazioni, il premier ha colto l'occasione per un aperitivo con il presidente della fondazione Ecampus, Francesco Polidori, e i vertici dell'ateneo. Nel corso del suo intervento, il presidente del Consiglio ha anche parlato dell'università del pensiero liberale che sta preparando a Villa Gernetto, a Lesmo, e, riferendosi all'attuale momento politico, si è limitato ad osservare che all'interno della maggioranza di governo "ci sono solo piccole incomprensioni".

Leggi tutto