Berlusconi: "La P3? Quattro sfigati pensionati"

1' di lettura

Per il presidente del Consiglio l'inchiesta sull'eolico "è un polverone". E ancora: "Basta con questo clima giacobino e giustizialista". E attacca ancora la stampa: è "pessimista e catastrofista. Io non compro più i giornali”. IL VIDEO

In fondo all'articolo tutti i video sull'inchiesta eolico

La fiducia sulla manovra è "un atto di coraggio", l'inchiesta romana sulla cosiddetta P3 "un polverone" che riguarda "4 pensionati sfigati", la legge sulle intercettazioni, poi, è semplicemente "doverosa".
E' un Silvio Berlusconi a tutto tondo quello che è intervenuto alla festa per i 30 anni di Capital. E ha tutta l'intenzione di tranquillizzare il parterre di imprenditori ospiti al Castello Sforzesco. A loro ricorda di essere lui stesso imprenditore e coraggioso e su questo scherza parlando anche dell'inchiesta sull'eolico e sulla P3, in cui è coinvolto tra gli altri il coordinatore del Pdl, Denis Verdini. "Non succede niente, è un polverone", dice riferendosi a quanto riportato sui giornali negli ultimi giorni.
Poi precisa ulteriormente: "Non state a leggere i titoli dei giornali. Hanno scritto di P3: quattro sfigati pensionati che si mettono insieme per cambiare l'Italia. Ma se non ci riesco io...". Non è questo l'unico riferimento alla stampa italiana "pessimista e catastrofista", la cui vera "sentenza" di condanna viene dal numero di copie di giornali vendute ferme ai livelli di 57 anni fa. "Io - ha sottolineato - ho deciso di non comprare e di non leggere più i giornali". In una nota di qualche pra prima, Berlusconi aveva detto: "Il clima giacobino e giustizialista nel quale alcuni stanno cercando di far ripiombare il nostro Paese non è certo d'aiuto".

Guarda tutti i video sull'inchiesta eolico:


Leggi tutto