Manovra, Bossi attacca Formigoni

1' di lettura

L’intervento del leader del Carroccio dopo la protesta delle regioni: "Non esageri, il federalismo non si tocca. Non penso ci sia rischio incostituzionalità". Sulle intercettazioni: “Se ci saranno emendamenti si discuteranno”

"Formigoni non deve esagerare, il federalismo fiscale non viene toccato". Così il ministro Umberto Bossi interviene sulla discussione per le conseguenze della manovra. "Certo - ha aggiunto Bossi - le Regioni rischiano di avere meno soldi e chiedono più trasferimenti allo Stato, questo è il problema, non il federalismo fiscale, che porta con sè comunque un vantaggio". A proposito del rischio incostituzionalità, Bossi ha risposto: "Non penso che ci sia".

Il Senatur ha poi parzialmente aperto le porte a modifiche al disegno di legge sulle intercettazioni. "Se qualcuno presenta qualche emendamento non viene buttato nel cestino, si discute". Ribadendo che, nonostante le fibrillazioni all'interno della maggioranza, "fino a quando tiene la Lega tiene il governo".

Leggi tutto