Va' Pensiero o Inno di Mameli, la querelle è antica

1' di lettura

Prime pagine dedicate alla bufera che ha investito Luca Zaia; all'inaugurazione di una scuola nel Trevigiano avrebbe chiesto di eseguire l'opera di Verdi al posto dell'Inno. Il governatore del Veneto nega. Critiche anche dagli alleati. LA RASSEGNA STAMPA

GUARDA LA RASSEGNA STAMPA

Mameli o Verdi? La querelle è antica e puntualmente divide difensori della tradizione e fan dell'opera verdiana. A rilanciare la vecchia questione ci pensano tutti i maggiori quotidiani nelle edicole oggi che in prima pagina danno notizia della bufera che ha investito Luca Zaia, presidente della Regione Veneto.

Domenica, all'inaugurazione di una scuola nel Trevigiano, il neo-governatore avrebbe chiesto di sostituirlo con il 'Va pensiero' di Verdi. Il fatto ha scatenato dure polemiche contro la Lega. E il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha dichiarato la cosa, se vera, "un fatto grave".
Il ministro Andrea Ronchi si spinge a parlare di 'oltraggio alla Nazione'. 
Zaia però ha negato interventi sul protocollo. "L'inno - ha precisato - è stato regolarmente cantato". E a Repubblica dichiara: "Balle, io amo il Tricolore".

Leggi tutto