Ballottaggi, Sardegna: 686mila elettori al voto

1' di lettura

Domenica e lunedì seggi aperti per il rinnovo delle province di Cagliari, Nuoro e Ogliastra e per i comuni di Nuoro, Sestu (Cagliari), Iglesias e Porto Torres (Sassari). LO SPECIALE ELEZIONI

Su SKY.it tutti i risultati delle provinciali in Sardegna. 
VAI ALLO SPECIALE ELEZIONI


Riguarda quasi 686 mila elettori (per l'esattezza 685.711) il turno di ballottaggio di domenica e lunedì in Sardegna per le Province di Cagliari, Nuoro e Ogliastra e per i comuni di Nuoro, Sestu (Cagliari), Iglesias e Porto Torres (Sassari).

A Cagliari sono chiamati al voto circa 490 mila elettori per scegliere tra il candidato del centrodestra, Giuseppe Farris, e quello di centrosinistra (escluso Idv), il presidente uscente Graziano Milia. Al primo turno Farris ha ottenuto il 46,53% dei consensi, Milia il 33,80%.
Il primo è sostenuto da Pdl, Udc, Riformatori sardi, Psd'Az, Mpa, Psi e dalle liste Farris presidente e Sardegna Unita. Il secondo da Pd, Sinistra ecologia libertà, Federazione della Sinistra, Rosso mori, Unione popolare cristiana, Verdi e dalla lista Noi per Milia.

A Nuoro il confronto è tra il presidente uscente, Roberto Deriu, del centrosinistra, e Luigi Crisponi per il centrodestra: Deriu parte dal 32,4% del primo turno e può contare sull'appoggio di Sinistra ecologia e libertà e sull'Italia dei Valori, che due settimane fa avevano sostenuto il candidato espulso dal Pd, Efisio Arbau. Gli altri partiti della coalizione sono Pd, Sinistra ecologia libertà, Psi, Federazione della Sinistra, Upc-Fortza Paris e le liste Provincia Civica, Alleanza per la provincia di Nuoro, Autonomia e progresso e Uniti nel centrosinistra. Per Crisponi quindici giorni fa il consenso era stato del 38,3%: l'imprenditore è sostenuto da Pdl, Riformatori sardi, Udc, Psd'Az e Uds.

In Ogliastra sono poco più di 53 mila gli elettori chiamati al voto di ballottaggio e la sfida vede contrapposti Sandro Rubiu per il centrodestra (43.7% al primo turno) e Bruno Pilia per il centrosinistra (41.06% al primo turno). Il primo può contare sul sostegno di Pdl, Udc, Riformatori sardi, Psd'Az e La Destra, il secondo su Pd, Idv, Federazione della sinistra, Upc, Sel, Psi, Rosso mori e sulla lista Pilia presidente.

Le urne si apriranno domenica alle alle 8 e si chiuderanno alle 22. Lunedì, invece, si potrà votare dalle 7 alle 15. Seguirà lo spoglio. Nel primo turno l'affluenza era stata particolarmente bassa, soprattutto nel Cagliaritano, dove aveva votato soltanto il 62,2%. Nel Nuorese l'affluenza era stata del 70,6%, in Ogliastra del 72,7%.

Leggi tutto
Prossimo articolo