D-Day, Italia dei Valori in piazza per la democrazia

1' di lettura

In occasione della Festa della Repubblica l’Idv promuove una giornata per raccogliere le firme per tre referendum: uno contro il ritorno del nucleare, uno contro il legittimo impedimento e un terzo a difesa dell’acqua pubblica

Il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, l'Italia dei valori scende in piazza e promuove il "D-Day: la giornata della democrazia". L'appuntamento - sottolinea in una nota l’onorevole Leoluca Orlando - "è volto a rilanciare il ruolo protagonista del cittadino nella vita politica attraverso la campagna referendaria promossa dal partito contro il nucleare, la privatizzazione dell'acqua e il legittimo impedimento.
Con il primo referendum si vuole impedire il ritorno al nucleare e serve a bloccare la costruzione di nuove centrali nel nostro Paese, pericolose sia per l'ambiente che per la salute.
Il secondo è un referendum a difesa dell'acqua pubblica, affinché continui ad essere garantita a tutti i cittadini. Infine, il referendum contro il legittimo impedimento, la legge che, violando il principio di uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge, sospende tutti i processi dei Ministri e del presidente del Consiglio". L'obiettivo che l'Italia dei valori si pone è quello di raccogliere centomila firme in un solo giorno, così saranno allestiti mille gazebo in tutta Italia. “E' il nostro modo coerente per ricordare che il 2 giugno del 1946 è iniziato il percorso dell'Italia come Repubblica Democratica attraverso il voto per un referendum concesso, per la prima volta, anche alle donne italiane” conclude Leoluca Orlando.

Leggi tutto