Elezioni: si vota in Sardegna, Sicilia e Trentino Alto Adige

1' di lettura

Nelle due isole si vota per rinnovare consigli comunali e provinciali, tra cui Cagliari e Sassari. Nella regione alpina elettori al voto per il turno di ballottaggio: in gioco i comuni di Merano e Rovereto. TUTTI I RISULTATI SU SKY.IT

Su SKY.it lo scrutinio in tempo reale delle provinciali in Sardegna.  VAI ALLO SPECIALE ELEZIONI

Sardi e siciliani alle urne domani e lunedì. I sardi voteranno per il rinnovo di tutte le otto Province e di 176 Comuni, sei dei quali con più di 15 mila abitanti: Sassari, Nuoro, Iglesias, Porto Torres, Quartu Sant'Elena e Sestu. Si vota dalle ore 8 alle 22, mentre lunedì 31 maggio, dalle 7 alle 15. L'eventuale turno di ballottaggio, invece, si terrà fra due settimane, domenica 13 e lunedì 14 giugno, con gli stessi orari. Secondo turno di ballottaggio invece in Trentino Alto Adige, dove si vota soltano oggi. Tra i centri interessati al voto Merano, Rovereto, Laives e Bressanone. Scrutini a partire da lunedì mattina.

Sardegna - Le sfide principali sono quelle che riguardano il rinnovo degli otto Consigli provinciali a Cagliari, Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Oristano, Nuoro, Ogliastra, Sassari ed Olbia-Tempio. Una tornata elettorale che rappresenta un test per la Giunta regionale di centrodestra, a poco più di un anno dal suo insediamento, ma anche una verifica per i partiti nazionali, dopo le Regionali del 28 e 29 marzo. Nelle Provinciali, si parte dal 7 a 1 di cinque anni fa per il centrosinistra, ma a complicare le cose ci hanno pensato gli stessi schieramenti che in più territori si presentano divisi. La scarsa coesione è trasversale: il Pdl si presenta spaccato a Cagliari, con un candidato ufficiale del centrodestra, Giuseppe Farris, e un 'ribelle', il senatore Piergiorgio Massidda.

Il Pd non ha trovato l'accordo con l'Idv nè a Cagliari nè a Nuoro, sia in Provincia che in città. Corrono quindi con candidati separati e non sono mancate frecciate polemiche durante la campagna elettorale. Nel mirino, in particolare, Graziano Milia (Pd), il presidente uscente della Provincia di Cagliari, ora ricandidato, condannato di recente per abuso d'ufficio. Una 'macchia' che è costata la scomunica dei dipietristi che ora - non a caso - gli contrappongono un ex magistrato, il deputato e già presidente della Regione Federico Palomba. Nessun cartello per i partiti indipendentisti (Irs, Malu Entu e A Manca pro s'Indipendentzia), che vanno in ordine sparso con proprie liste e candidati.

Sicilia - Si vota in 41 Comuni (12 con sistema proporzionale e 29 con quello maggioritario) tra cui un capoluogo di provincia, Enna, e diversi grandi centri, tra cui Gela, Milazzo, Carini, Misilmeri, Palma di Montechiaro, San Giovanni La Punta e Ribera. I consiglieri comunali da eleggere sono 669; i candidati a sindaco sono 124 (tra questi, 8 donne), quelli per i consigli 4.336 (dei quali 815 donne). I sindaci uscenti che si ricandidano sono 21. Interessata alla tornata elettorale anche la circoscrizione di Portella di Mare di Misilmeri. Gli elettori chiamati complessivamente al voto sono 341.174 (di cui 174.167 donne). Nei 12 comuni dove si voterà con il sistema elettorale proporzionale, l'eventuale turno di ballottaggio si terrà il 13 e 14 giugno. Lo scrutinio inizierà a chiusura dei seggi.

Trentino Alto Adige - Giornata di ballottaggio per l'elezione del sindaco, domani, in tredici comuni del Trentino Alto Adige. Le sfide su cui si concentra l'attenzione sono soprattutto quelle di Merano e Rovereto. Nella prima si confrontano il sindaco uscente, Guenther Januth della Svp, sostenuto dal Pd, dalla Lista civica Unione per Merano e dall'Idv, e Cristina Kury dei Verdi, che ha l'appoggio di Rifondazione comunista. Al primo turno, due settimane fa, Januth aveva ottenuto il 35,7% dei voti, Kury il 16,6%. A Rovereto sono in corsa il sindaco uscente, Guglielmo Valduga, espressione di un insieme di liste civiche, e il candidato del centro sinistra, Andrea Miorandi. Al primo turno, Valduga, che per il ballottaggio ha l'appoggio anche del Pdl, ha ottenuto il 31,14% dei voti; Miorandi il 32,46.

In Alto Adige, si va al ballottaggio anche a Laives, dove la sfida e' tra il candidato del centro destra Christian Bianchi, e quella del centro sinistra, Liliana Di fede, e a Bressanone con la scelta fra il sindaco uscente, Albert Puergstaller della Svp, e Walter Blaas dei Freiheitlichen. In Trentino, si vota anche ad Arco, Ala, Baselga di Pine', Lavis, Ledro, Mori, Predazzo, Storo e Villa Lagarina. In totale, gli elettori chiamati al voto, domani, in tutta la regione, sono 138.383.

Leggi tutto