Il ddl intercettazioni arriva al Senato, ma è ancora scontro

1' di lettura

Il provvedimento sarà da lunedì nell'aula di Palazzo Madama, dove la maggioranza punta all'approvazione entro la settimana. L'obiettivo è arrivare a un testo che possa avere l'ok della Camera evitando una quarta lettura al Senato

Direttori dei media compatti contro il ddl: TUTTI GLI INTERVENTI

LO SPECIALE DDL INTERCETTAZIONI

Si stringono i tempi per l'approvazione del disegno di legge sulle intercettazioni. Il provvedimento da lunedì pomeriggio alle 16 sarà all'esame dell'Aula del Senato e, ponte del 2 giugno permettendo, si punta ad arrivare all'approvazione entro la settimana. Sul tavolo le proposte di modifica al testo uscito dalla commissione Giustizia, duramente contestato dall'opposizione e, fuori dal Parlamento, da giornalisti e magistrati, ma criticato anche da settori della maggioranza, in primis i finiani.

L'obiettivo è arrivare ad un testo che poi possa ottenere rapidamente il via libera della Camera senza ulteriori cambiamenti e la necesità quindi di una quarta lettura a palazzo Madama. Proprio per venire incontro alle proteste arrivate dal mondo della stampa, uno degli emendamenti presentati dal Pdl prevede che durante le indagini possano essere pubblicati per riassunto gli atti il cui contenuto integrale resta comunque segreto finché l'imputato non ne sia informato e non oltre la chiusura delle indagini preliminari.

Tutti gli aggiornamenti sul ddl intercettazioni



Leggi tutto