Sardegna, il 30 e 31 maggio si vota in 176 comuni

1' di lettura

Elezioni in tre capoluoghi di provincia: Sassari, Iglesias e Nuoro. Gli eventuali ballottaggi avranno luogo il 13 e 14 giugno. Su SKY.IT tutti i risultati in tempo reale

Lunedi 31 maggio, su SKY.it, lo scrutinio in tempo reale delle elezioni in Sardegna.
VAI ALLO SPECIALE ELEZIONI


In tutta la regione saranno 176, ma solo sei di essi superano i 15 mila abitanti.  Oltre al rinnovo delle otto province, il 30 e 31 maggio in Sardegna si voterà anche per decidere chi saranno i primi cittadini di numerosi comuni.
Tre, i capoluoghi che andranno al voto: Sassari, Iglesias e Nuoro. La competizione più fluida riguarda probabilmente proprio quest’ultimo.
A contendersi lo scranno di primo cittadino ci saranno cinque candidati. Il centrodestra appoggia Paolo Manca; il centrosinistra, invece, si presenta diviso: Italia dei valori e parte del Pd sosterranno Gianni Salis, il Partito democratico punterà su Sandro Bianchi. Francesco Calledda e Alessandro Murgia proveranno a recitare il ruolo di outsider, mentre saranno oltre cinquecento gli aspiranti consiglieri che, suddivisi in sedici liste, tenteranno di entrare nell'assise cittadina.

A Sassari, invece, la sfida è tutta tra il sindaco uscente Gianfranco Ganau, sostenuto dal centrosinistra, e il sardista Giacomo Sanna, appoggiato dal centrodestra. Bruno Bellomonte, in carcere da un anno con l'accusa di associazione sovversiva, correrà invece con gli indipendentisti “A Manca pro s’Indipendentzia”: l’obiettivo della sua candidatura è dimostrare l’infondatezza degli addebiti che gli sono stati mossi dalle autorità giudiziarie.

A Iglesias, la fascia tricolore sarà invece contesa da quattro uomini e una donna. Per essere riconfermato, il sindaco uscente Pierluigi Carta, appoggiato dal centrosinistra, dovrà spuntarla sull’ex senatore socialista Paolo Fogu, sostenuto dal centrodestra. Giuliano Marongiu (che corre con la sinistra radicale) e Roberto Frongia (Riformatori e Forza Iglesias) proveranno a fare da terzo incomodo. L’unica donna, invece, si chiama Giuliana Pintus ed è appoggiata da due liste civiche.

Delle centosettantasei amministrazioni comunali che vanno al voto in Sardegna, solo sei superano i quindicimila abitanti: oltre ai capoluoghi, sono Quartu Sant’Elena, Porto Torres e Sestu. Se nessuno dei candidati dovesse superare il 50% delle preferenze, il ballottaggio si terrà il 13 e il 14 giugno prossimi.  In tutti gli altri comuni, invece, chi prenderà la maggioranza relativa dei voti diventerà primo cittadino.

Leggi tutto