Il nuovo sindaco di Aosta è Bruno Giordano

Bruno Giordano, sindaco di Aosta. Foto tratta dal sito internet del Comune
1' di lettura

L’ex assessore alle Attività produttive è stato nominato nuovo primo cittadino con il 59,72% delle preferenze. Sarà affiancato dal vice sindaco Alberto Follien. Dura sconfitta per la coalizione di sinistra “Aosta che vogliamo” che raccoglie solo il 13,76%


GUARDA LO SPECIALE ELEZIONI 2010



Bruno Giordano, già assessore comunale alle Attività produttive, è il nuovo sindaco di Aosta. Suo vice sarà l'altro assessore uscente Alberto Follien. Eletti con 10.859 voti, pari al 59,72% dei consensi, sono sostenuti da un'ampia  coalizione che raggruppa le forze autonomiste (Union Valdo'taine,  Stella Alpina e Fe'de'ration Autonomiste) alleate, per la prima volta, con il Pdl e con la Lega Nord. Scongiurata l'ipotesi ballottaggio, la  coalizione autonomista porta a casa 19 seggi.
      
Sul fronte opposto, Carlo Curtaz e Iris Morandi per la  coalizione Autonomista Progressista, sostenuta dall'Alpe e da una lista civica "Sinistra per la città” raccolgono 4.822 voti pari al  26,52%. A loro spetteranno 7 seggi.
      
Delusione, infine, nelle file del Pd: con il 13,76% e 2502 voti alla coalizione "Aosta che vogliamo", sostenuta anche dall'Italia dei Valori, dal Partito socialista e da Sinistra Ecologia e libertà che candidava a sindaco Michele Monteleone e a vice Fabio Platania,  andranno tre seggi.

Il primo commento del neo eletto sindaco è stato: “Gli aostani hanno premiato il  nostro progetto del fare". Fra le priorità di Giordano c' il restyling del  sito del comune, che deve seguire le aspirazioni di una localita' a  vocazione turistica. In secondo luogo l'obiettivo della nuova  amministrazione, come gia' detto durante la campagna elettorale, e' la "revisione della macchina amministrativa che deve iniziare a  funzionare molto bene da subito".

Leggi tutto