Casini lancia il Partito della Nazione

1' di lettura

L'Udc azzera tutti i vertici nazionali e si prepara a varare la nuova formazione politica. Il leader centrista dice "Non è un'operazione di restyling". Reazioni tiepide dagli altri partiti

Il segretario generale dell'Udc, Lorenzo Cesa ha annunciato oggi l'azzeramento dell'esecutivo nazionale del partito in vista della nascita del partito della nazione. La decisione è stata commentata al termine dei lavori della Direzione da Pier Ferdinando Casini. "Il partito della Nazione non potrà essere il restailyng dell'Udc. Deve essere qualcosa di profondamente diverso. Il gesto di oggi di Cesa di azzerare gli incarichi è la dimostrazione che si vuole fare sul serio per interpretare un sentimento nazionale diffuso. C'è bisogno di ricostruire un sentimento nazionale".

Pier Ferdinando Casini, commentando i lavori della Direzione, ha detto ancora che "c'è bisogno di una forte coesione nazionale. C'è bisogno anche di fare proposte di buon senso anche se poi c'è la retorica del qui va tutto bene. Noi pensiamo invece che questo non sia vero. Che qui non vada niente bene". Casini ha detto che questo è un atteggiamento normale per la maggioranza e invece è "più singolare che anche l'opposizione dica tutto ciò e cioè che va tutto bene". "Noi pensiamo che così non vada niente bene".

La decisione dell'Udci e l'annuncio di Casini sono però stati accolti tiepidamente sia dall'opposizione che dalla maggioranza di governo.

Leggi tutto