Ustica, Napolitano: "Intrecci e intrighi internazionali"

1' di lettura

In occasione della giornata della memoria per le vittime del terrorismo, il presidente della Repubblica ricorda la strage del 1980. Poi lancia un monito: "Di fronte alla crisi e ai problemi economici bisogna dire no alla violenza". TUTTI I VIDEO

Guarda in fondo all'articolo tutti i video relativi alla Giornata della memoria

"Non possiamo non richiamare oggi nel caso di Ustica, intrecci eversivi e anche intrighi internazionali, insieme con opacità di comportamenti da parte di corpi dello Stato, a inefficenze di apparati e di interventi deputati all'accertamento  della verità, nel rivolgere la nostra solidarietà a chi ha duramente pagato di persona o è stato colpito nei propri affetti famigliari". Lo ha detto Giorgio Napolitano, ricordando al Quirinale le vittime del terrorismo italiano negli anni '70 ed '80.

Il presidente ha parlato inoltre della crisi e del pericolo che scateni un'ondata di violenza, com'è già successo in Grecia. Di fronte alla crisi economica "è necessario tenere sempre alta la guardia contro il riattizzarsi di nuove possibili tentazioni di ricorso alla protesta violenza e di focolai, non spenti una volta per tutte, di fanatismo politico ed ideologico", ha detto Napolitano.

Occorre attenzione "specie guardando ai problemi da affrontare anche in Italia sul terreno economico e sociale", ha aggiunto il Presidente della Repubblica, "in una fase che è stata e rimane critica per tutta l'Europa" (l'Ue ha dato l'ok al piano eccezionale per salvare l'euro, ndr).

“No alla violenza e alla rottura della legalità", ha scandito Napolitano dopo aver ascoltato le testimonianze dei parenti delle vittime degli Anni di piombo, "si tratta di un imperativo da non trascurare in nessun momento, in funzione della lotta che si combatte anche con importanti successi contro la criminalità organizzata, ma più in generale in funzione di uno sviluppo economico politico e civile degno delle tradizioni democratiche e del ruolo dell'Italia".

Giornata della memoria delle vittime del terrorismo, tutti i video:

Leggi tutto