Bossi: "No a elezioni anticipate, avanti con il federalismo"

Umberto Bossi
1' di lettura

Intervistato da Radio Radicale, il leader della Lega accelera sulle riforme. E su Fini dice: "Sa anche lui che che occorre fare la riforma fiscale". Poi aggiunge: "Se non la facciamo, l'Italia farà la fine della Grecia"

Le elezioni non si faranno, "se non le vuole la Lega": lo dice Umberto Bossi, ai microfoni di Radio Radicale, commentando la situazione nel partito del premier.
E alla domanda se il Carroccio non le vuole, il Senatùr risponde: "No. Voglio solo fare il federalismo".

Il leader leghista ha poi sottolineato che senza federalismo fiscale anche l'Italia corre i rischi della Grecia.
Fini è d'accordo? "Penso di sì, sotto sotto - ha risposto Bossi - Adesso è tutto preso a cercare di tamponare le beghe avvenute con Berlusconi e quindi si lascia andare a ragionamenti ai quali non crede nemmeno lui, ma sa anche lui  che occorre fare il federalismo fiscale".
Il leader della Lega, raggiunto da alcuni cronisti a Montecitorio, ha poi aggiunto: "con Gianfranco Fini non ci sono problemi, non ci sono storie". "Ho detto ai miei - ha spiegato il Senatùr - di parlare con lui, e da loro ha saputo che non ci sono problemi per il federalismo". "Attenzione - ha concluso Bossi - il federalismo o lo fai oppure l'Italia farà la fine della Grecia o anche peggio".

Guarda anche
:
Bocchino: la Lega avrà una posizione più mediata di prima
Fini: l'inno al Pdl non mi piace
Pdl: tra Berlusconi e Fini è scontro frontale
Berlusconi-Fini: la fotostoria del rapporto tra due leader
Scontro Berlusconi-Fini, Bossi minaccia lo strappo

Leggi tutto