Pdl, Bondi: spero che Fini risolva le contraddizioni

1' di lettura

Il ministro dei Beni Culturali a SKY TG24: "Elezioni anticipate? Mi auguro di no, anche se gli italiani sono sconcertati, increduli e delusi" per certe dichiarazioni e prese di posizione. L'INTERVISTA

Il presidente della Camera Gianfranco Fini deve risolvere "la contraddizione fra il ruolo istituzionale e quello di leader politico: è evidente a tutti che i due ruoli sono in contraddizione", lo ha detto il ministro dei Beni culturali e coordinatore del Pdl Sandro Bondi, intervistato su Sky Tg24 da Maria Latella.

A una domanda precisa della giornalista, Bondi ha ricordando le parole del presidente del Consiglio. "Berlusconi ha detto a Fini: se vuoi fare politica in prima persona devi dimetterti". Per il ministro "nessuno mette in discussione il fatto che anche chi ricopre ruoli istituzionali può svolgere un ruolo politico". E all'osservazione che fa così la speaker del Congresso americano, Nancy Pelosi, Bondi ha replicato osservando: "E' vero, ma Nancy Pelosi non fa politica in opposizione a Obama".

Bondi prende atto delle dimissioni, annunciate con una lettera al Corriere della Sera, di Italo Bocchino da vicepresidente del gruppo Pdl della Camera. "Non ha svolto un ruolo di rasserenamento ma purtroppo ha ampliato le difficoltà ", dice nel corso de “L'intervista”. Un incendiario? "No, come capita spesso, è stato più realista del re insieme a certi intellettuali - ha aggiunto Bondi - che hanno sostenuto tesi infondate quanto ingenerose".

Guarda l'intervista di Maria Latella a Sandro Bondi.



Guarda anche:

Pdl: tra Berlusconi e Fini è scontro frontale
Berlusconi-Fini: la fotostoria del rapporto tra due leader
Scontro Berlusconi-Fini, Bossi minaccia lo strappo

Leggi tutto