Immigrazione, Lega: test d'italiano per aprire negozi

1' di lettura

Gli extracomunitari che vogliono avviare un esercizio commerciale devono prima superare un esame di lingua nazionale. E' la nuova proposta del Carroccio, contenuta in un emendamento al decreto legge sugli incentivi

È polemica sulla nuova proposta della Lega, secondo cui gli extracomunitari che vogliono aprire un esercizio commerciale devono prima superare un esame d'italiano. Lanciata dalla leghista Silvana Comaroli, la proposta è contenuta in un emendamento al decreto legge sugli incentivi, che è stato presentato alle commissioni Attività Produttive e Finanze della Camera. "Le regioni - si legge nell'emendamento - possono stabilire che l'autorizzazione all'esercizio dell'attività di commercio al dettaglio sia soggetta alla presentazione di un certificato attestante il superamento dell'esame di base della lingua italiana rilasciato da appositi enti accreditati".

Leggi tutto