Bossi: il governo va avanti lo stesso

Umberto Bossi
1' di lettura

Parlando a SKY TG24 il ministro per le Riforme ammorbidisce i toni rispetto all'intervista rilasciata a La Padania. E su Fini dice "Ha esagerato per tanti versi, ha raccontato delle bugie". Guarda il video

L'INTERVENTO DI SILVIO BERLUSCONI
L'INTERVENTO DI GIANFRANCO FINI
GUARDA TUTTE LE FOTO

Umberto Bossi torna a parlare dello scontro interno al Pdl tra Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini. Ammorbidento i toni, rispetto all'intervista rilasciata a La Padania e uscita oggi sul quotidiano, il leader del Carroccio, intercettato da SKY TG24 ha detto: "Sono convinto che il governo va avanti, che va avanti lo stesso". Alla domanda se era a rischio l'alleanza fra la Lega e il Pdl, il leader del Carroccio ha replicato: "No il problema è che la mia base vuole il federalismo".  E quando gli è stato chiesto se oggi abbia parlato con Berlusconi Bossi ha replicato: "Si', ma brevemente perché era ancora molto provato". "Fini? Ha esagerato per tanti versi, ha raccontato delle bugie". E alla domanda se il presidente della Camera dovrebbe dimettersi il leader del Carroccio ha risposto: "E' un problema, e' un problema... dipende se e' un uomo d'onore".

Questa mattina sul quotidiano La Padania era apparsa un'intervista a Umberto Bossi nella quale il leader del Carroccio aveva affermato "Siamo davanti a un crollo verticale del governo e probabilmente alla fine di un'alleanza quella tra Pdl e Lega". Raggiunto poi telefonicamente dall'Ansa il Senatùr aveva precisato di essere "per la mediazione, certo, ma la gente del nord, i leghisti, sono arrabbiatissimi, è un vero bombardamento di persone che non ne possono più di sceneggiate, rinvii e tentennamenti". "Non vogliamo gettare benzina sul fuoco - aveva poi proseguito il leader della Lega - ma la gente del nord è stufa marcia, basta ascoltare quel che dice la gente per strada o alla radio". "Riforme subito!" ha concluso Bossi.

A chi gli chiedeva se avesse ragione Bossi a dire che il governo è in caduta verticale, Berlusconi - presentando un nuovo Suv a marca italorussa Fiat-Sollers - si è limitato a rispondere: "Oggi parliamo d'altro ci saranno altre occasioni". Poi avvicinandosi alla vettura ha notato: "C'è anche un prezioso predellino". E ha aggiunto ai giornalisti: "Certe cose non si ripetono, buona la prima".

Il premier ha parlato stamani con Bossi e gli altri ministri leghisti a margine del Consiglio dei ministri, e forse la parziale marcia indietro del leader del Carroccio rispetto alle dichiarazioni della Padania è da ascriversi al colloquio. Berlusconi, che con la stampa si è lamentato di lavorare "sempre troppo", ha anche incontrato alcuni altri ministri fra i quali Ignazio La Russa e il sindaco di Roma Gianni Alemanno Al termine dell'incontro, Alemanno si è detto "convinto che non ci saranno ripercussioni sul governo né sulla tenuta della legislatura". A chi chiedeva se, rispetto a ieri, ci fosse qualche riflessione nuova sul futuro del Pdl e della maggioranza, Alemanno ha risposto: "Dobbiamo riflettere su come uscire da questa situazione difficile".


LO SCONTRO NEL PDL: I COMMENTI DEL GIORNO DOPO

Leggi tutto