Bossi: se le cose non si aggiustano si va al voto

bossi
1' di lettura

Il leader del Carroccio indica la via delle urne nel caso la frattura del Pdl non si ricomponga. E Berlusconi liquida lo scontro con Fini: "Sono solo piccoli problemi". GUARDA IL VIDEO

"Non ho certezze ma temo che la cosa non si rimetterà a posto..." ha detto all'Ansa Umberto Bossi, rispondendo alla domanda se creda che il dissidio tra il premier e Fini possa ricomporsi. E nel caso si arrivi alla rottura per il leader del Carroccio l'unica via resta quella delle urne. "Se le cose non si rimettono a posto ci sono le elezioni" ha spiegato il ministro per le riforme.

I rapporti tra Fini e Berlusconi sembrano essere in salita, dopo il faccia a faccia che hanno avuto ieri in un pranzo a Montecitorio. Il presidente della Camera avrebbe rinfacciato al premier di tenere una posizione subalterna a quella della Lega, arrivando a minacciare la creazione di gruppi parlamentari autonomi dal Pdl.
Intanto, nel corso della conferenza stampa sulla lotta alla mafia un giornalista ha chiesto a Silvio Berlusconi un commento sulla crisi all'interno del Pdl tra di lui e Gianfranco Fini "Questi sono piccoli problemi interni a una forza politica". Il premier ha convocato l'ufficio di presidenza del partito per comunicazioni urgenti. Il vertice dovrebbe svolgersi nel tardo pomeriggio. Berlusconi nel corso della conferenza stampa tenuta dopo il Cdm ha anche detto che "la mafia italiana risulterebbe essere la sesta al mondo ma è quella più conosciuta" anche per i film e le fiction che ne hanno parlato, come "le otto serie della Piovra" e in generale "la letteratura, Gomorra e tutto il resto". Immediate le proteste dell'opposizione (qui i video della conferenza stampa con gli interventi di Berlusconi, Maroni, Alfano e La Russa).


Leggi tutto