Riforme, tutti ne parlano. Ma chi le fa?

silvio berlusconi
1' di lettura

Da Parma Silvio Berlusconi rilancia la priorità dell'azione di governo: riformare le istituzioni, la giustizia e il fisco. Ma resta ancora da definire, nel centrodestra, quale strada si intenda intraprendere. L'opposizione: per ora solo annunci

Da Parma Silvio Berlusconi ha rilanciato la sua intenzione di proseguire sulle riforme istituzionali, della giustizia e del fisco. Ma nel centrodestra resta ancora da chiarire quale strada si intenda percorrere, soprattutto dopo la presa di distanza di Gianfranco Fini dal modello elettorale prospettato dal premier. E anche se Angelino Alfano si dice ottimista sulla riforma della giustizia, ponendo entro giugno la pubblicazione in gazzetta ufficiale, le idee all'interno della maggioranza sembrano tutt'altro che chiarite.

Dall'opposizione arriva l'invito a occuparsi innanzittutto della crisi, anche se Bersani si dice pronto al dialogo sulle riforme. Ma, avverte il segretario del Pd, solo su cose concrete, il chiacchhiericcio è inutile. L'Idv chiude ogni possibilità di confronto, mentre dall'Udc arriva la richiesta di poter dialogare su proposte concrete. Proposte che, per ora, all'opposzione non vedono. Enrico Letta dice : per ora abbiamo visto solo annunci che si smentiscono a vicenda.

Secondo Luciano Violante non esiste semi presidenzialismo con questa legge elettorale. Guarda l'intervista:



Fabrizio Cicchitto dice prima la riforma della Giustizia, poi Fisco e Istituzioni. Guarda l'intervista:



GUARDA ANCHE:

Riforme, sul presidenzialismo Fini frena Berlusconi
Riforme, Bersani: le famiglie discutono di lavoro
Riforme, tutti d’accordo con i dovuti distinguo
Riforme, Napolitano: no anticipazioni, ora proposte concrete

Leggi tutto