Chiamparino: "Occorre riscrivere il patto di stabilità"

Sergio Chiamparino
1' di lettura

Dopo la protesta dei cinquecento sindaci lombardi, il primo cittadino di Torino, che è anche presidente nazionale dell'Anci chiede di modificare le regole dell'accordo tra Stato ed enti territoriali. "E' necessaria più autonomia"

“Abbiamo ancora troppi comuni virtuosi che hanno i soldi e che non riescono a investirli”.
Così il sindaco di Torino Sergio Chiamparino commenta ai microfoni di Sky.it la manifestazione di protesta dei cinquecento primi cittadini lombardi che hanno manifestato contro i tagli e i vincoli imposti dal patto di stabilità.

Per il presidente nazionale dell’Anci, “occorre riscrivere le regole” dell’accordo tra Stato ed enti territoriali prescritto dall’Unione Europea per far convergere gli Stati membri sui parametri specifici europei.
Chiamparino indica due strade: maggiore autonomia, perché “non tutti i comuni sono uguali”, e maggiore considerazione delle differenze territoriali.

Guarda anche:
Roma, i sindaci scendono in piazza contro i tagli ai Comuni
Il sindaco de L'Aquila per protestare contro sospensione tasse

Leggi tutto