Ballottaggi, sfida ancora aperta in molti comuni

1' di lettura

Archiviati i risultati delle regionali e provinciali, restano da decidere ancora le poltrone di sindaco in diverse città. Tra i comuni capoluogo l’11 e il 12 aprile si voterà a Macerata, Mantova, Vibo Valentia e Matera

I DATI SULL'AFFLUENZA

REGIONALI: LE FOTO - I RISULTATI - I COMMENTI - LA MAPPA - I GIORNALI

COMUNALI E PROVINCIALI: I RISULTATI

Qualche ballottaggio, una sostanziale tenuta del centrosinistra e due “colpacci” del centrodestra che riesce a sovvertire gli equilibri politici in due città: potrebbe essere sintetizzato così il quadro della tornata elettorale nei comuni capoluogo, tassello minore ma importante del voto di domenica e lunedì.

Al ballottaggio dell’11 e 12 aprile vanno Macerata, Mantova, Vibo Valentia e Matera: già tutto deciso invece a Venezia, Lecco, Lodi, Andria e Chieti, con questi ultimi due municipi che passano dal centrosinistra al centrodestra.

Rinviato dunque ad aprile il verdetto di Mantova, dove il sindaco uscente del centrosinistra Fiorenza Brioni ha avuto il 40,4% dei voti, contro il 35,6% dello sfidante di centrodestra Nicola Sodano. Tra gli altri comuni che andranno al ballottaggio in Lombardia si segnalano: Trezzano sul Naviglio, Cologno Monzese e Bollate. In Piemonte torneranno alle urne gli abitanti di Moncalieri.

Sfida tutta interna al centrodestra quella che si terrà al ballottaggio di Vigevano. Nel comune in provincia di Pavia la scelta di correre da sola si è dimostrata vincente per la Lega Nord: il candidato del Carroccio, Andrea Sala, è in testa con il 33% dei voti, distanziando i sette avversari in gara per la poltrona di sindaco, compreso l'ex collega di giunta e di coalizione, Antonio Prati, (ex An) candidato del Pdl, fermo al 27,9%. Il ballottaggio sarà tra loro due.

A Macerata i due principali avversari, Roberto Carancini del centrosinistra, e Fabio Pistarelli, del centrodestra, si sono fermati rispettivamente al 45,9 e al 41,0%. Ballottaggio anche per loro.

C'è poi Matera: nel comune lucano il candidato di centrosinistra Salvatore Adduce si è fermato al 48,4% delle preferenze a fronte del 26,2% di Angelo Tosto (liste civiche) e del 14,5% di Francesco Saverio Acito.

Stessa sorte per il comune di Vibo Valentia, dove Michele Soriano (centrosinistra) si è fermato al 41,1% nella sfida con Nicola D'agostino (centrodestra), attestato al 28,7, e Antonino Daffinà (Udc e liste civiche, 24,5%). Al ballottaggio in Calabria anche i comuni di Lamezia Terme e Gioia Tauro.

In Campania si tornerà alle urne, tra gli altri, a Eboli e a Pomigliano D’Arco.

In Puglia ballottaggio nei comuni di Cerignola, Acquaviva delle Fonti e Torremaggiore.

Leggi tutto