Regionali, tutti i consiglieri eletti

1' di lettura

Su 53 consiglieri, in Veneto, sono solo 4 le donne. In Lombardia passa Renzo Bossi (Lega), in Liguria l'ex hostess Maruska Piredda (Idv). Non ce la fanno Adriana Poli Bortone e la nipote della Montalcini. Leggi tutti i nomi

I DATI SULL'AFFLUENZA

REGIONALI: LE FOTO - I RISULTATI - I COMMENTI - LA MAPPA - I GIORNALI

COMUNALI E PROVINCIALI: lo scrutinio in tempo reale

Molte novità, qualche riconferma e diverse esclusioni eccellenti: l'esercito dei consiglieri regionali è ormai completo. E il quadro d'insieme regala qualche sorpresa.

Piemonte - Ce la fa Michele Dell'Ultri: "il candidato che non è parente", collegato ad una delle liste di Mercedes Bresso, ha raccolto a Torino oltre 4.000 preferenze. Entrano in consiglio anche due "grillini" del Movimento 5 stelle (leggi l'intervista al comico genovese).  Nel centro sinistra, nonostante il buon risultato ottenuto a Torino e Provincia, restano esclusi l'ormai ex assessore regionale alla ricerca Andrea Bairati, fedelissimo di Mercedes Bresso, l'ex assessore alla cultura, Gianni Oliva, e l'ex vicepresidente della giunta Paolo Peveraro. Non ce l'ha fatta Piera Levi Montalcini, nipote del premio Nobel Rita Levi Montalcini, che si presentava nella lista Insieme per Bresso.

Lombardia - Nonostante la vittoria di Roberto Formigoni, resta fuori Andrea Tremaglia, nipote dell'ex ministro Mirko. Eletti, tra gli altri, Gian Carlo Abelli (Pdl), Giuseppe Civati (Pd) ed Enrico Marcora (Udc). La Lega porta al Pirellone anche Renzo Bossi, uno dei figli del Senatùr.

Veneto - Dopo la schiacciante vittoria di Zaia, la Lega fa incetta di consiglieri. Solo quattro, infatti, le donne: le riconfermate Elena Donazzan e Maria Luisa Coppola (entrambe del Pdl), Laura Puppato (Pd), sindaco di Montebelluna, e Arianna Lazzarini (Ln) elette per la prima volta.

Liguria - Entra in consiglio l'ex hostess Alitalia, Maruska Piredda (Idv), inserita nel listino di Claudio Burlando, che è stato confermato alla guida della regione. Pd e Pdl conquistano dieci seggi l'uno; la Lega due, stesso numero per la sinistra radicale.

Emilia-Romagna - Con la terza vittoria consecutiva Vasco Errani, il Pd conquista 18 seggi, il Pdl 10, la Lega 4. Eletto, tra gli altri, Franco Grillini, che correva con le liste dell'Idv.

Toscana - Il Partito Democratico e i Riformisti Toscani saranno rappresentati da 24 consiglieri. Sosterranno Enrico Rossi, che ha ottenuto il 59,73%, sconfiggendo Monica Faenzi (Pdl).

Marche - Ad appoggiare Gian Mario Spacca (centrosinistra), ci sarà anche l'Udc, che ha eletto tre consiglieri. Buone nuove anche per Alleanza per l'Italia: il partito di Rutelli porta in consiglio un suo esponente, Dino Latini.

Umbria - ce la fa Oliviero Dottorini, a lungo portavoce di Pecoraro Scanio, ora eletto nelle fila dell'Italia dei Valori. Sosterrà Catiuscia Marini, che ha vinto con il 57,24% sconfiggendo Fiammetta Modena (Pdl).

Lazio - Dopo la vittoria di Renata Polverini, il consiglio comunale  si colora leggermente di rosa. Sono dodici le consigliere  elette, due in più della precedente sessione. La maggior parte (sette) fanno parte del cosiddetto '"istino" del presidente e sono state elette automaticamente con la vittoria della candidata del centrodestra.

Puglia - Corsa amara per Adriana Poli Bortone, che correva in  per la presidenza della Regione. Non entra in consiglio comunale né lei né qualsiasi altro esponente del suo partito. Risulta invece eletto (a sorpresa) Michele Mazzarano, ex numero due del Pd regionale,  che una settimana fa aveva deciso di ritirare la sua candidatura dopo essere finito nel registro degli indagati.

Campania - Boom di consensi per il ministro delle Pari Opportunità Mara Carfagna, che batte ogni record e raccoglie oltre 56mila preferenze. Sosterrà Stefano Caldoro (Pdl), che ha sconfitto il sindaco di Salerno Enzo De Luca. La spunta anche Lady Mastella, nonostante il divieto di dimora che le ha permesso di fare campagna elettorale solo sul web.

Basilicata - Vito De Filippo (centrosinistra) viene riconfermato alla guida della Regione. Il suo partito, il Pd, conquista sette seggi; l'Idv, tre; il Pdl, all'opposizione, ne avrà invece otto.

Calabria - Boom di Pippo Callipo: il terzo incomodo nella sfida Scopelliti (Pdl) - Loiero (Pd), (ha vinto il primo), conquista tre seggi, tutti dell'Idv. Al Pdl vanno 15 scranni, al Pd solo 10.

Leggi tutto