Emilia Romagna, tutti gli eletti alle Regionali 2010

1' di lettura

Vasco Errani è al suo terzo mandato, riconfermato presidente della regione Emilia Romagna, anche se con un bottino di voti molto al di sotto delle elezioni regionali del 2005. Di seguito i nomi di chi siederà in Consiglio Regionale

I DATI SULL'AFFLUENZA - I GRAFICI REGIONE PER REGIONE

LA NOTTE ELETTORALE: LE FOTO
- LA CRONACA - I COMMENTI

Vasco Errani perde consensi rispetto a cinque anni fa, ma viene riconfermato per la terza volta presidente dell'Emilia-Romagna. Con circa 1,2 milioni di voti (1.197.789 per la precisione, pari al 52,1%, il 10% in meno rispetto al 2005 quando lo votarono 1,5 milioni di persone) si aggiudica 10 seggi. La sfidante del Pdl Anna Maria Bernini, non va oltre il 36,7% dei consensi (pari a 844.915 voti) e dovrà decidere se rimanere tra i banchi dell'opposizione in Assemblea legislativa o se tornare tra le fila della maggioranza alla Camera. L'Udc con Gian Luca Galletti si ferma a 96.625 voti, pari al 4,2%. Successo anche per la lista di Beppe Grillo che con il giovane Giovanni Favia raccoglie 161.056 voti, il 7% dei consensi.

Nel listino di Vasco Errani ci sono: Liana Barbati, Stefano Bonaccini (segretario regionale del Pd), Monica Donini (ex presidente dell'Assemblea legislativa), Marco Monari, Gabriella Meo, Sandro Mandini, Daniela Montani, Thomas Casadei e Rita Moriconi.

I partiti del centrosinistra che hanno sostenuto Errani, portano a casa 22 seggi: Pd (18) Alessandrini Tiziano, Carini Marco, Cevenini Maurizio, Costi Palma, Ferrari Gabriele, Fiammenghi Vladimiro, Garbi Roberto, Marani Paola, Mazzotti Mario, Montanari Roberto, Mori Roberta, Mumolo Antonio, Pagani Giuseppe Eugenio, Pariani Anna, Piva Roberto, Ricchetti Matteo, Vecchi Luciano, Zoffoli Damiano, Idv (2) Riva Matteo, Grillini Franco , Sinistra ecologia e libertà (1) Naldi Gian Guido, Rifondazione (1) Sconciaforni Roberto; le province più rappresentate sono Bologna (con 6 consiglieri) e Modena (con 3 consiglieri). Con l'Idv arriva in Regione il leader dell'Arci Gay Franco Grillini.

Il Pdl salirà nelle stanze del palazzo di via Aldo Moro con dieci consiglieri: Aimi Enrico, Bartolini Luca, Bazzoni Gianguido, Bignami Galeazzo, Lombardi Marco, Malaguti Mauro, Pollastri Andrea, Vecchi Alberto, Villani Luigi Giuseppe,  Filippi Fabio, tutte le province rappresentante, Bologna con due consiglieri. A Modena vince l'ex di An Enrico Aimi, ma sarà probabilmente raggiunto dall'ex esponente di Forza Italia Andrea Leoni, nel caso Anna Maria Bernini decidesse di tornare alla vita da parlamentare.

Continua a sorprendere la Lega Nord che con il 13,7% delle preferenze si aggiudica 4 seggi: spettano a Stefano Cavalli (Piacenza), Roberto Corradi (Parma), Mauro Manfredini (Modena) e Manes Bernardini (Bologna).

All'Udc di Casini (che ha deciso di correre da solo e con il candidato Gian Luca Galletti non è andato oltre il 4,2%) va un solo consigliere: è rieletta Silvia Noè.

Il “grillino” Giovanni Favia, è stato eletto sia a Modena che a Bologna e già ieri sera ha annunciato di voler convocare un'assemblea pubblica per decidere chi ripescare tra i primi non eletti. Al momento la favorita è Sandra Poppi.

Alle urne in Emilia-Romagna sono andati il 68,07% degli aventi diritto, un dato in flessione (meno 8,56%) rispetto alle precedenti regionali del 2005 quando si era recato a votare il 76,63%. Le schede bianche - fanno sapere dalla Regione – sono risultate 20.173 (pari allo 0,86%), le schede nulle 36.893 (1,56%) e quelle contestate 282 (0,01%).


GUARDA ANCHE:

Emilia Romagna, vince Errani. Ma la Lega triplica i voti
Errani: centrosinistra assolutamente in campo

Leggi tutto