Di Pietro battuto a casa propria

Il leader dell'Idv Antonio Di Pietro
1' di lettura

A Montenero di Bisaccia, paese natale del leader dell'Idv, eletto un sindaco del Pdl. La sconfitta causata da divisioni nella sinistra. Il premier si è voluto congratulare personalmente con il vincitore

L'AFFLUENZA REGIONE PER REGIONE

LA NOTTE ELETTORALE: LE FOTO
- TUTTI I DATI - I COMMENTI

LA RASSEGNA STAMPA


Nemo profeta in patria, si diceva. Ma questa volta Antonio Di Pietro non si può appellare ai motti latini. La sconfitta della sua candidata Margherita Rosati al posto di sindaco di Montenero di Bisaccia è tutta da attribuire a una divisione all'interno dello schieramento del centro sinistra. Nelle comunali del paese molisano erano infatti in corsa tre candidati: Nicola Travaglini del centrodestra, eletto alla fine sindaco con il 47,32%, Margherita Rosati, appunto, candidata dell'Idv appoggiata dal Pd, e Giuseppe Chiappini, sostenuto da una lista formata da fuoriusciti del Pd, in disaccordo con la candidatura della Rosati.

I due candidati di sinistra hanno ottenuto, insieme, più voti del candidato del Pdl. Ma le divisioni non premiano e Travaglini ha così espugnato la roccaforte dipietrista. Lo stesso Silvio Berlusconi ha voluto congratularsi con il vincitore telefonandogli nella tarda serata. Il premier ha dapprima interpellato al telefono il governatore del Molise, Michele Iorio, e ha quindi voluto esprimere la sua soddisfazione a Travaglini, parlandoci direttamente e ipotizzando una sua visita a Montenero.

I risultati a Montenero di Bisaccia

Leggi tutto