Calabria, verbali errati: dopo 24 ore mancano i risultati

1' di lettura

Non è ancora disponibile il dato definitivo delle consultazioni per l’elezione del presidente della Regione e del rinnovo del Consiglio. Colpa di alcuni verbali in cui il numero dei votanti non corrisponde a quello dei voti espressi

DATI SULL'AFFLUENZA

REGIONALI: LE FOTO - I RISULTATI - I COMMENTI - LA MAPPA - I GIORNALI

COMUNALI E PROVINCIALI: lo scrutinio in tempo reale

A oltre 24 ore dalla chiusura dei seggi, in Calabria non è ancora disponibile il dato definitivo delle consultazioni per l'elezione del presidente della Regione e del rinnovo del Consiglio. Questo perché in alcuni verbali di seggio sono stati riscontrati dati non corrispondenti tra il numero dei votanti e quello dei voti espressi.

Tra le sezioni in questione ve ne sono alcune di Altomonte. E' stato lo stesso sindaco, Gianpietro Coppola, a fare presente alla Prefettura di Cosenza l'incongruenza. A sua volta la Prefettura ha girato i dati, insieme all'annotazione dell'errore, alla società Insiel Mercato che per conto della Regione ne cura la raccolta e la diffusione che, per il momento, non li ha inseriti nel sistema.

Non è la prima volta che nei verbali si verificano errori del genere, che vengono poi corretti dai Tribunali delle singole circoscrizioni provinciali prima della trasmissione alla Corte d'appello di Catanzaro per la proclamazione ufficiale degli eletti.

Anche se i dati non sono ancora definitivi, l’esito della votazione è ormai certo: il nuovo presidente della Regione è il candidato del centrodestra Giuseppe Scopelliti. “Il risultato eclatante è quello di Caserta e di Crotone, due roccaforti storicamente rosse” commenta il nuovo governatore. E ancora: “Poi c’è il trionfo di Reggio Calabria con il 75%. Abbiamo stravinto anche a Catanzaro, la città di Loiero (il candidato del centrosinistra, ndr). Il cittadino ci ha premiato per il programma, per le idee, per la freschezza”.

GUARDA L'INTERVISTA A GIUSEPPE SCOPELLITI

Leggi tutto