Bagaladi, lì piace vincere facile

1' di lettura

Nel comune calabrese, c'era solo un unico candidato. La vittoria però non è stata così scontata: per essere valide, alle elezioni dovevano votare almeno la maggioranza dei cittadini. Il quorum è stato raggiunto per un soffio

I DATI SULL'AFFLUENZA

REGIONALI: LE FOTO - I RISULTATI - I COMMENTI - TUTTI I DATI - I GIORNALI

COMUNALI E PROVINCIALI: lo scrutinio in tempo reale

Una certa tensione l'avrà subita anche lui, d'accordo. Eppure, per Federico Pasquale Curatola, candidato nel piccolo comune di Bagaladi, provincia di Reggio Calabria,  la giornata di ieri non deve essere stata poi così tormentata.

Nel paese calabrese dove si candidava, infatti, la sua corsa è stata in solitaria. Proprio così: Curatola non aveva neppure un avversario. La sfida dell'aspirante primo cittadino si è concentrata così con l'astensionismo (peraltro piuttosto diffuso in tutte le regioni): se non avesse votato almeno la maggioranza dei cittadini, infatti, la sua elezione sarebbe risultata nulla.

Pericolo scongiurato, ma di un soffio: alle urne sono andati in 748, appena il 54% degli elettori.
Curatola può cantare vittoria. A modo suo, anche lui ha vinto per una manciata di voti. (F.M.B.)

Leggi tutto