Regionali, Bossi: vinciamo in Piemonte e in Veneto

1' di lettura

"Ragazzi andiamo a vincere, la Lega va a vincere" ha detto Umberto Bossi a Milano per il comizio finale della campagna elettorale della Lega Nord nel capoluogo lombardo. E ha aggiunto: "Io uso il cervello e non mi piego a nessuno"

VAI ALLO SPECIALE ELEZIONI

Guarda in fondo all'articolo tutti i video
dell'intervista a Bossi di Tg24

"Vinciamo in Piemonte e in Veneto". Lo ha detto il leader della Lega Umberto Bossi  da largo Cairoli a Milano in occasione del comizio di chiusura della campagna elettorale del Carroccio. Alla domanda se in Lombardia ci sarà il sorpasso nei confronti del Pdl, Bossi ha replicato: "Passiamo in Piemonte. In Lombardia non lo so, te lo dico tra 48 ore".

"Dobbiamo fare poche promesse ma quelle che facciamo dobbiamo mantenerle - ha aggiunto il Senatùr - Proprio da questa piazza avevo promesso due cose: il federalismo fiscale e stop all'immigrazione. Il federalismo fiscale l'abbiamo portato a casa e abbiamo detto stop all'immigrazione e alla violenza grazie a Maroni".

Il leader della Lega Nord ha poi replicato alle accuse dell'opposizione affermando nel suo comizio milanese che "la sinistra ci accusa di essere razzisti ma non e' vero, loro sono i veri razzisti perché hanno dimenticato la nostra gente".

E dal palco di Milano, Bossi si è rivolto direttamente a al presidente della Regione, ancora in corsa alle amministrative 2010, Roberto Formigoni: "Ti regalerò una forbice per tagliare gli sprechi e per investire tutti i soldi in posti di lavoro". Bossi sottolinea infatti la necessità di "mettere le ali alla Lombardia". E chiarisce che questo compito lo porteranno avanti insieme, Pdl e Lega. "Saremo assieme a mettere le ali alla nostra regione - ha detto il ministro per le Riforme - non andremo solo ad amministrarla ma a farla volare". "Con il governatore - ha aggiunto Bossi - siamo abituati ad avere un buon rapporto" e ha ricordato il progetto sulla cinematografia nel quale la Regione ha investito dei soldi. "Il governatore - ha concluso Bossi - è uno con cui si può ragionare e si può fare un pezzo di strada in comune".


L'INTERVISTA A UMBERTO BOSSI: I VIDEO


Leggi tutto