Un caffè con... Daniele Capezzone

1' di lettura

Ospite della rubrica di SKY TG24, il portavoce del Pdl ha parlato della manifestazione di piazza San Giovanni, dell'elezioni regionali, del presidenzialismo

GUARDA LO SPECIALE ELEZIONI

Ai microfoni di SKY TG24 Daniele Capezzone, portavoce del Pdl, ha toccato vari temi a partire dalla manifestazione del centrodestra in piazza San Giovanni. La polemica, suscitata dall'opposizione sul numero dei partecipanti, è stata ritenuta da Capezzone controproducente per la stessa parte politica, perchè "la manifestazione è stata un successo straordinario. Se prendiamo per buoni i dati della Questura di Roma sulle cifre dei partecipanti alle manifestazioni di centrosinistra e di centrodestra, bisogna rilevare che quella di piazza San Giovani ha avuto, in ogni caso, una partecipazione sei volte maggiore". Sul pericolo dell'astensionismo alle regionali, Capezzone ha espresso il parere che "gli elettori del centrodestra, pur meno attenti tradizionalmente al voto amministrativo, hanno capito la carica politica di quest'elezioni. Non ci saranno fenomeni d’astensionismo da parte degli elettori di centrodestra". Sul tema presidenzialismo, toccato in piazza da Berlusconi, e accolto con gelo da Bossi, il portavoce del Pdl ha rilevato: "Il federalismo, che è una priorotà, deve avere un contrappeso nazionale in un governo più forte nella forma d'un presidenzialismo o d'un premierato". Infine, un personale parere su Generazione Italia: "Io sono per il modello americano nei partiti, dove c'è un leader forte. E, poi, avrebbero detto i sessantottini: cento fiori fioriscano. Quindi ben vengano, fondazioni, centri studi, luoghi d'elaborazione. L'esperimento dei Promotori della libertà da una parte e quello di Generazione Italia dall'altra sono fiori, che fioriscono". 

Leggi tutto