Calabria, una sfida difficile per i candidati alla Regione

1' di lettura

Alle prossime elezioni amministrative si voterà anche in Calabria. Dove inevitabilmente il dibattito politico sarà incentrato sopratutto sulla lotta alla 'ndrangheta. Sono centinaia i politici locali bersaglio di intimidazioni violente

VAI ALLO SPECIALE

La ‘Ndrangheta alza il tiro, oltre ai soliti bersagli come imprenditori e commercianti, negli ultimi tempi nel mirino della malavita calabrese sono entrati anche giudici, politici e giornalisti. Ma i più colpiti restano gli amministratori locali. Spari contro le abitazioni, lettere minatorie, scritte minacciose sui muri e auto date alle fiamme. Atti violenti che sono tesi a intimidire e manipolare la politica degli enti locali. Ma la criminalità organizzata utilizza anche metodi più subdoli per ottenere i propri scopi: l’infiltrazione.

Giuseppe Pignatone, Procuratore Capo di Reggio Calabria spiega: “ Tutte le Mafie hanno la caratteristica di cercare un rapporto con il potere, senza preoccuparsi di qual è il colore della fazione politica. La ‘Ndrangheta come le altre organizzazioni criminali utilizza la violenza, ma anche il consenso per mantenere il proprio potere. Spero in una scelta etica della politica. Non bisogna chiedere favori altrimenti si crea una struttura che ha come asse  portante il clientelismo”.

Leggi tutto