Bersani: "Sono pronto al dibattito con il premier"

1' di lettura

Il leader del Pd ribadisce la sua volontà di un confronto televisivo. E dice:“Berlusconi è in difficoltà, teme l'astensionismo al sud ed il voto alla Lega al nord, alzerà ancora di più i toni come ultima chiamata alle armi"


GUARDA LO SPECIALE ELEZIONI


Ad una settimana di distanza da piazza del Popolo, il Pd non teme piazza S. Giovanni. "Berlusconi è in difficoltà, teme l'astensionismo al sud ed il voto alla Lega al nord, alzerà ancora di più i toni come ultima chiamata alle armi" è la valutazione dei vertici del Pd mentre il segretario Pier Luigi Bersani è in Puglia, regione in bilico dove il Pd spera di non essere danneggiato alle urne dall'arresto di Sandro Frisullo con il rischio di spostare l'asticella delle previsioni che puntano ad un 7 a 6 per il centrosinistra.

Bersani, e tutti i big del Pd, si sono ormai buttati a capofitto nel rush finale della campagna elettorale, concentrata soprattutto nelle regioni dove è testa a testa tra i candidati: Piemonte, dove il leader democratico farà venerdì prossimo l'ultimo comizio, Liguria, Lazio e Puglia. "Il mio asso nella manica è far immaginare qualcosa di nuovo sul futuro, uno sguardo un po’ oltre la confusione e la rissa che Berlusconi alimenta", è il messaggio di fiducia con cui il leader Pd cerca di risalire rispetto alle percentuali delle elezioni europee e dai tonfi in Abruzzo e Sardegna.
 
Per il Pd, la piazza di oggi serve a Berlusconi a coprire i propri "fallimenti", secondo l'espressione di Antonello Soro: "la sua leadership è in declino perfino nel Pdl", osserva. Quella di domani in piazza, dunque, dice Bindi, "è una maggioranza che festeggia i propri insuccessi e non affronta i drammatici problemi del paese".

Intanto Bersani ribadisce la sua volontà di un confronto Anziché "mandare video-messaggi perché non ci confrontiamo? Scelga lui uno dei conduttori oscurati e confrontiamoci. Gli italiani si aspettano che noi parliamo di lavoro, crisi, scuola, sono questi i temi più cari ai cittadini". Così il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, ha risposto nel corso dell'intervista al giornalista che gli chiedeva se è possibile vedere in questa campagna elettorale un confronto televisivo tra lui e il presidente del Consiglio.


GUARDA ANCHE:

Il Tar del Lazio dice sì al partito di Sgarbi
Il Tar del Lazio dice no alla lista Pdl nel Lazio
No del Consiglio di Stato alla lista Pdl nel Lazio
Regionali Lazio: la Corte d'Appello respinge il ricorso del Pdl
Regionali Lazio: riammesso il listino della Polverini
Elezioni nel caos, una lunga storia di rinvii e annullamenti
L'ira funesta di Vittorio Sgarbi

Leggi tutto