Caserta, tre sindaci reintegrati e una domanda: si vota?

Francesco Nuzzo, il sindaco di Castel Volturno che era stato rimosso e reintegrato dal Tar
1' di lettura

A Castel Volturno, Casal di Principe e Maddaloni i primi cittadini erano stati rimossi “per gravi e reiterate inadempienze” nella gestione dei rifiuti. Ma, a campagna elettorale iniziata, il Tar ha accolto i loro ricorsi. E ora è tutto in discussione

di Serenella Mattera

Erano stati rimossi “per gravi e reiterate inadempienze” nella gestione dei rifiuti. I loro cittadini erano già pronti al voto. La campagna elettorale era iniziata. Ma i sindaci di tre comuni della provincia di Caserta hanno fatto ricorso e il giudice gli ha dato ragione. Così ora, a due settimane dall’apertura delle urne, è tutto di nuovo in discussione. Francesco Nuzzo (centrosinistra), sindaco di Castel Volturno, Cristiano Cipriano (centrodestra), sindaco di Casal di Principe e Michele Farina (centrosinistra), sindaco di Maddaloni, secondo il sottosegretario con delega all’emergenza rifiuti campana, Guido Bertolaso, con la loro “inerzia” nella gestione dei rifiuti hanno esposto “a concreto grave pericolo la salute dei cittadini e pregiudicare la salubrità dell’ambiente”. Di qui la rimozione decretata il 31 dicembre 2009, con provvedimento del presidente della Repubblica. Ma il Tar del Lazio, con una decisione di cui non sono ancora state rese note le motivazioni, ha reintegrato i tre nel loro ruolo. Con effetti immediati.

Così, mentre a Castel Volturno si va comunque al voto, dal momento che il mandato del primo cittadino scadeva proprio quest’anno, a Casal di Principe le elezioni sono già state annullate. Stracciati i manifesti, disdette le schede, zittita la propaganda: il sindaco Cipriano è tornato immediatamente al suo posto. Regna invece grande incertezza in quel di Maddaloni. Dopo la rimozione di Farina, si era infatti insediato un sindaco pro tempore. Ma appena 10 giorni fa, per dissidi interni alla giunta, 16 consiglieri si sono dimessi ed è stato nominato un commissario, per guidare la città fino alle elezioni. Ebbene, ora si attende di sapere dal prefetto cosa fare. Torna Farina o andiamo alle urne?, si domandano i maddalonesi. Niente è scontato.

Guarda anche:
Rifiuti: Bertolaso chiede il commissariamento di 9 comuni della Campania
Castel Volturno: la rivolta degli immigrati
Castel Volturno: dopo la strage arrivano 400 agenti

Leggi tutto
Prossimo articolo