Redditi, Berlusconi più ricco dell'anno scorso

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi (LaPresse)
1' di lettura

Il presidente del Consiglio dichiara circa 8,5 milioni in più arricchendo il suo patrimonio anche con l'acquisto di alcuni immobili. Il leader più ricco, dopo il premier, è Antonio Di Pietro con 193.211 euro

Silvio Berlusconi si arricchisce rispetto all'anno precedente. In base alla dichiarazione dei redditi, consultabile oggi alla Camera, il premier guadagna infatti circa 8,5 milioni in più.

Il presidente del Consiglio nel 2008 ha dichiarato 23.057.981 euro, circa 8,5 milioni in più dell'anno precedente. Nel 2007 aveva dichiarato 14.532.538 euro. E' quanto si legge nelle dichiarazioni dei deputati rese pubbliche questa mattina. Consistente l'elenco dei beni di proprietà del presidente del Consiglio, che ha arricchito il suo patrimonio immobiliare con l'acquisto di un immobile nel comune di Lesa (Novara) il 28 settembre del 2008, ha costruito un immobile ad Antigua dove ha anche comprato il 13 marzo del 2009 un nuovo terreno.

Invariate le proprietà di auto e imbarcazioni, così come le partecipazioni societarie, le sue cariche di amministratore di società e i depositi alla Banca popolare di Sondrio, al Monte dei Paschi di Siena e alla Banca Arner.

A parte Silvio Berlusconi, che denuncia al fisco circa 23 milioni di euro, il leader più ricco risulta Antonio Di Pietro con 193.211 euro. Anche se, rispetto all'anno precedente ne ha persi circa 25 mila. Nel 2008, infatti, ne denunciava 218.080. Al terzo posto, dopo Di Pietro, si posiziona Umberto Bossi con 156.405 euro. Lui invece ne guadagna circa 22 mila. Nella precedente dichiarazione dei redditi, infatti, ne risultavano 134.450.  Segue a ruota il leader del Pd Pier Luigi Bersani con 150.450 contro i 163.551 dell'anno precedente. Quello che guadagnerebbe meno di tutti sembra che sia il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini anche lui in perdita rispetto al 2008. Questa volta ne denuncia 123.005. In quella precedente 142.130.

Guarda anche:
Tutto sull'inchiesta di Trani che coinvolge il premier

Leggi tutto