Opposizione in piazza, le critiche della maggioranza

1' di lettura

Berlusconi parla di manifestazione grottesca, mentre per Capezzone le parole di Di Pietro potrebbero armare un nuovo Tartaglia. Critiche anche da Casini: "piazze piene, idee vuote"

VAI ALLO SPECIALE ELEZIONI

GUARDA LA FOTOGALLERY

GUARDA LA FOTOGALLERY DELLA MANIFESTAZIONE DI MILANO

Nel giorno in cui scendono in piazza l'opposizione e il Popolo Viola non mancano le critiche alla manifestazione da parte della maggioranza e di quei partiti che oggi non hanno sfilato. Silvio Berlusconi definisce quella di oggi una manifestazione grottesca e accusa Di Pietro di essere il nuovo leader del centro sinistra. Secondo il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti quello di oggi si è rivelato un flop, mentre Daniele Capezzone paventa il pericolo di nuovo Tartaglia, infiammati dalle parole di Di Pietro.

Critiche vengono anche dall'Udc, che per bocca di Pier Ferdinando Casini rivendica il non essere scesi in piazza. Sono altri i problemi dell'Italia oggi, a iniziare da un pil che cala come negli anni '70 dice il leader centrista.

Guarda anche:
Tutte le notizie sulle elezioni regionali
Annozero, Bufera su Berlusconi e Minzolini
Il legittimo impedimento è legge

Leggi tutto