Csm: premier denigra, democrazia a rischio

1' di lettura

"Inaccettabili episodi di condizionamento della magistratura e di singoli magistrati. A rischio l'equilibrio stesso tra poteri e ordini dello Stato". Domani il plenum vaglia il documento

Episodi di denigrazione e di condizionamento della magistratura e di singoli magistrati" sono "del tutto inaccettabili" perché cosi si mette "a rischio l'equilibrio stesso tra poteri e ordini dello Stato sul quale è fondato l'ordinamento democratico di questo Paese". E' quanto scrive la Prima Commissione del Csm nella pratica a tutela di diversi magistrati accusati da Silvio Berlusconi di agire per finalità politiche. Il documento, approvato all'unanimità e che sarà discusso domani pomeriggio dal plenum, contiene anche un "un pressante appello a tutte le Istituzioni perché, sia ristabilito un clima di rispetto dei singoli magistrati e dell'intera magistratura, che è condizione imprescindibile di un'ordinata vita democratica".

Guarda anche:
Csm a Berlusconi: basta attacchi alla magistratura
Berlusconi: pm talebani, su Mills voglio l'assoluzione
Processo Mediaset, Cdm non è legittimo impedimento
Legge è uguale per tutti. Il popolo viola torna in piazza

Leggi tutto