Caos liste, oggi il Tar del Lazio decide sulla lista Pdl

1' di lettura

Il tribunale amministrativo è chiamato ad esprimersi sul ricorso presentato dal Pdl per ritardo nella presentazione. Ma le eccezioni presentate dal Pd pongono un problema costituzionale. Intanto il Pdl ha consegnato le firme

GUARDA LO SPECIALE AMMINISTRATIVE

I giudici amministrativi del Tar del Lazio si dovranno esprimere sulla lista del Pdl, dopo che venerdì sera il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge interpretativo che al primo articolo considera assolto il rispetto dei termini orari per la presentazione delle liste quando "entro gli stessi i delegati incaricati della presentazione delle liste, muniti della prescritta documentazione, abbiano fatto ingresso nei locali del Tribunale".
Il medesimo articolo prevede che i delegati che si siano trovati nelle condizioni descritte "possono effettuare la presentazione delle liste dalle ore venti del primo giorno non festivo successivo a quello di entrata in vigore del decreto".

Sull’onda di quanto sancito dal Decreto, il Pdl aveva chiesto questa mattina il dissequestro delle liste al tribunale, per poi ripresentarle nuovamente. Una richiesta a cui si è opposto il Pd presentando due richieste. Una alla commissione elettorale chiedendo di non riammettere la lista Pdl perché la legge a cui bisogna fare riferimento è quella sulle Regionali. Di conseguenza, secondo l’interpretazione dell’opposizione, il “decreto salva liste” non ha validità costituzionale perché la questione sarebbe di competenza delle regioni e non del Governo.
La seconda richiesta è stata presenatta direttamente ai carabinieri, in cui si chiede che non vengano restituiti gli scatoloni contenenti le liste, perché sono corpo del reato”. Cioè atti coinvolti nelle varie querele presentate sia da maggioranza che da opposizione.

Insomma sul tavolo dei giudici del Tar, la cui sentenza è attesa in serata, potrebbe presentarsi un problema costituzionale. Al quale i giudici amministrativi non possono dare una risposta e di conseguenza la palla passerebbe alla Corte Costituzionale.   

Il Pdl consegna le firme per la presentazione della lista in Lazio:



GUARDA ANCHE:
Napolitano: "Esclusione del Pdl non era sostenibile"
Riammessa la lista di Roberto Formigoni
Le novità del decreto interpretativo
Liste, pubblicato il decreto. L'opposizione scende in piazza
Maroni: un decreto che interpreta ma non modifica
Elezioni Lazio: ammessa la lista civica della Polverini


Leggi tutto