Decreto salvaliste: il web non interpreta bene

Manifestanti protestano contro il decreto interpretativo
1' di lettura

Su Facebook e su molti social network esplode la protesta contro l'intervento del governo per salvare la lista di Formigoni e del Pdl nel Lazio. Ci si trova in rete per organizzare la piazza o per cercare di buttarla a ridere

di David Saltuari

Molto più velocemente delle piazza reali è stata la piazza virtuale di Facebook a mobilitarsi dopo l'approvazione del decreto interpretativo che potrebbe permettere la riammissione delle liste di Roberto Formigoni in Lombardia e del Pdl in Lazio. In poche ore il gruppo di Facebook Il decreto interpretativo è un abuso di potere ha raccolto un migliaio di sostenitori. Alcuni ironizzano proponendo, alla prossima multa, di discutere con il vigile sul significato semantico della parola multa, ma in linea generale prevale la rabbia e la frustrazione. Il desiderio più comune tra gli iscritti è scendere in piazza (quella reale) per farsi vedere e sentire.

A questo scopo è nato il gruppo In piazza contro il decreto interpretativo dove gli iscritti si scambiano orari e luoghi di appuntamento per manifestare in varie città italiane oppure linkano agli streaming online delle proteste da Roma. Molti, tra gli iscritti, ricordano il caso analogo del Molise, quando nel 2001 venne sciolto il consiglio regionale per un problema formale nella presentazione della lista. Allora a perdere fu il centrosinistra, che però non chiese nessun decreto di salvataggio. Anche il Popolo Viola ha aperto un gruppo per mobilitarsi e organizzare la protesta contro il decreto del governo, non escludendo azioni eclatanti come bloccare autostrade e stazioni.

Non mancano i gruppi che danno alla protesta un taglio più ironico e sarcastico. Su Fatti il tuo decreto interpretativo gli iscritti danno libero sfogo alla propria fantasia. C'è chi scrive "voglio un decreto interpretativo grazie al quale entro al lavoro alle 9 del mattino anziché alle 6, ma mi vengono pagate lo stesso 8 ore in quanto il 9 io lo interpreto come un 6 capovolto", oppure " voglio un decreto interpretativo che faccia laureare le persone che almeno una volta nella vita sono state chiamate: DOTTO'.", chi vuole un decreto interpretativo per spostare il Natale al 26, perché il 25 ha già un altro impegno e chi invece vuole un decreto che lo obblighi a pagare le rate del mutuo il 37 di ogni mese.

Stessi toni nel gruppo Anche a me serve un decreto interpretativo: "mi mancano 3 esami alla laurea...mi possono essere abbonati con un decreto che interpreti la mia buona volontà!?", e poi "mi sono svegliata tardi e ho perso il treno....si può fare un decreto per dar tornare indietro il treno?" oppure " Facciamo che se un giocatore viene espulso è come se avesse fatto gol?" E immancabile, ormai, sul blog collettivo Metilbaren è comparso il generatore automatico di decreti interpretativi.

Ma non solo su Facebook si mobilita il popolo del web. Su Friendfeed e su Twitter vengono postate le notizie e le immagini in diretta dalle piazze italiane, in particolare dal Pantheon a Roma, dove si sta radunando il popolo viola. Su entrambi i social network la tag usata per aggregare è #abusodipotere.

Guarda anche:
Liste, varato un decreto interpretativo
Regionali, stop al Pdl a Roma e a Formigoni in Lombardia
Elezioni Lazio, "ammessa la lista civica Polverini"
Feltri: il Pdl ha sbagliato, non può prendersela con nessuno
Galeotto fu il panino: Alfredo Milioni star su Facebook
"We are the world for Polverini", la parodia su YouTube

Leggi tutto