Regionali, Romani: per una legge serve l'accordo di tutti

1' di lettura

Il vice ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani a Sky Tg24: in questo momento, se si deve arrivare alla soluzione estrema, nel senso di trovare una via legislativa, si deve trovare un accordo con tutti i partiti

L'ipotesi estrema di una soluzione legislativa al blocco delle liste Pdl in Lombardia e Lazio dovrebbe essere adottata nel caso con l'accordo di tutti i partiti. Lo ha detto oggi Paolo Romani, vice ministro Sviluppo Economico, intervenendo a una trasmissione su Sky Tg24.

"Non so che cosa possa accadere, sicuramente in questo momento se a una intesa o a una soluzione anche estrema si debba arrivare, nel senso di trovare una via legislativa, a mio avviso dovrebbe essere fatto in accordo con tutti i partiti", ha detto Romani commentando il caos dopo la bocciatura della lista Pdl per la provincia di Roma alle Regionali e il listino di Roberto Formigoni in Lombardia.

"Mi sembra che da parte di tutti ci sia la volontà di superare un problema di carattare burocratico. E' inimmaginabile andare a votare con l'assenza di grandi protagonisti come (Roberto) Formigoni e la (Renata) Polverini, e con i partiti che li esprimono. Quindi con molta cautela e con grande serenità, se non dovesse essere risolto, sarà un problema sul quale tutti i partiti dovranno impegnarsi per trovare una soluzione comune", ha aggiunto Romani.


Guarda anche:


Caos liste, Berlusconi: temo la reazione della piazza
Bonino: l'esclusione del Pdl? "Sciatteria e impunità"
Regionali, la Corte d'Appello non ammette lista Formigoni
"Non è candidabile": esposto contro Formigoni
Lista Pdl esclusa a Roma

Regionali, la carica dei 67
"Basta indagati": la richiesta di Facebook alla politica
Emma Bonino a Sky Tg24: "serve un'operazione di verità sul web"
Facebook, i governatori passano da qui
No, la Polverini no! I blog della destra scatenati

Leggi tutto