Di Girolamo a Sky Tg24: non sono un mafioso

1' di lettura

Nel giorno in cui il Senato approva le dimissioni e dopo la polemica scoppiata per gli applausi in Aula dai banchi del Pdl, l'ex senatore coinvolto nell'inchiesta sul riciclaggio ribadisce la sua posizione: non sfuggo alle mie responsabilità. L'INTERVISTA

Nicola Di Girolamo ai microfoni di Tg24 ribadisce la sua posizione: "Io non sono un mafioso".
Parole queste, che l'ormai ex senatore ha pronunciato anche in Aula del Senato che con voto segreto ha approvato le sue dimissioni. 

"Io non voglio fare un passo indietro da quelle che sono le mie responsabilità", sottolinea Di Girolamo che non parla però del rapporto con Mokbel in merito alle intercettazioni pubblicate dalla stampa. "Mi scuso - dice l'esponente del Pdl - ma devo prima parlarne con i giudici".

Il gip di Roma nei confronti dell'ex senatore ha ordinato la custodia cautelare nell'ambito dell'inchiesta su frodi e ricettazioni nella telefonia. Di Girolamo è anche accusato anche di violazione della legge elettorale, per avere falsificato le schede in Germania alle elezioni del 2008, in cui si presentava nella circoscrizione Estero-Europa, con la presunta complicità della 'ndrangheta. Decaduto da senatore, Di Girolamo può essere arrestato e lui stesso ha detto che si consegnerà alla giustizia.

Ascolta le dichiarazioni dell'ex senatore Di Girolamo in Aula.



Guarda anche:

Di Girolamo nega tutto, ma spuntano le foto con il boss

La maxi truffa corre sul filo del telefono: tutte le foto
Inchiesta riciclaggio, Di Girolamo si dimette da senatore
Nicola di Girolamo, ecco chi è il senatore del Pdl
Schifani: Senato riveda l'elezione Di Girolamo
Inchiesta riciclaggio, Fini: "Mai sentito Di Girolamo"

L'Antimafia chiede l'arresto di Scaglia e Di Girolamo

Leggi tutto