Di Girolamo non è più senatore e si costituisce

1' di lettura

Palazzo Madama dice sì alle dimissioni. Applausi dopo il discorso dell'esponente del Pdl dalla maggioranza. Scoppia la polemica: Finocchiaro si dice sbalordita. Di Girolamo a Sky Tg24: "Non sono un mafioso". Poi si consegna alla polizia. L'INTERVISTA

Il Senato ha accolto a voto segreto le dimissioni di Di Girolamo, il senatore del Pdl per il quale il gip di Roma ha ordinato la custodia cautelare nell'ambito dell'inchiesta su frodi e ricettazioni nella telefonia.
L'aula del Senato ha approvato le dimissioni con 259 sì, 16 no e 12 astenuti.
E in serata l'ex senatore del Pdl Nicola Di Girolamo si è costituito, consegnandosi a una struttura delle forze dell'ordine a Roma da dove sarà condotto in carcere. 
Di Girolamo è accusato anche di violazione della legge elettorale, per avere falsificato le schede in Germania alle elezioni del 2008, in cui si presentava nella circoscrizione Estero-Europa, con la presunta complicità della 'ndrangheta.
Decaduto da senatore, l'esponente del Pdl può essere arrestato e lui stesso ha detto che si consegnerà alla giustizia.

Nel dibattito che ha preceduto il voto, Di Girolamo ha preso la parola in aula per difendersi.
"Vorrei dedicare due parole a quest'Aula - ha dichiarato  - per dire che è stata per me un'esperienza altissima". L'esponente del Pdl ha parlato anche delle foto pubblicate dal settimanale l'Espresso e che lo ritrarrebbero con un presunto mafioso: "Non ho portato in quest'Aula l'indegnità della mafia e della n'drangheta. Quella sera ho fatto circa 250 fotografie davanti a quella torta . Quel personaggio mi era stato presentato come un ristoratore. Anche voi avete fatto delle foto e non credo che avete chiesto i documenti a quelli che erano con voi. Vorrei ringraziare tutti coloro del gruppo. Non faccio nomi, visto che sono il Lucifero e l'untore".

La fine dell'intervento in Aula di Di Girolamo viene salutata con un applauso che si leva dai banchi del Pdl. Immediata la replica del Pd. "Neanche nelle più pessimistiche ipotesi potevamo immaginare che la conclusione dell'intervento del senatore Di Girolamo potesse concludersi con un caloroso prolungato applauso da parte dei senatori della maggioranza". Così la presidente dei senatori del Pd Anna Finocchiaro.

L'Ormai ex senatore Di Girolamo, intervistato da Sky Tg24, ribadisce la sua posizione: "Non sono un mafioso, non sfuggo alle mie responsabilità. L'INTERVISTA




Guarda anche:


La maxi truffa corre sul filo del telefono: tutte le foto
Inchiesta riciclaggio, Di Girolamo si dimette da senatore
Nicola di Girolamo, ecco chi è il senatore del Pdl
Schifani: Senato riveda l'elezione Di Girolamo
Inchiesta riciclaggio, Fini: "Mai sentito Di Girolamo"

L'Antimafia chiede l'arresto di Scaglia e Di Girolamo

Leggi tutto