Processo breve, per Fini “è solo un’ipotesi”

Il presidente della Camera Gianfranco Fini - Credits: Lapresse
1' di lettura

Il presidente della Camera è intervenuto ad un seminario organizzato a Milano e ha parlato dei prossimi impegni del governo. “Il federalismo sta moltiplicando i costi. Il Pdl ha tre anni di tempo per accelerare sulle riforme”

Il federalismo “sta moltiplicando i costi e non riducendoli”.
La legge sul processo breve passerà? “Il verbo è al futuro ed è una ipotesi”.
È quanto a detto Gianfranco Fini nel suo intervento ad un seminario organizzato a Milano da “Libertiamo”.

“Il Pdl deve discutere e scegliere una linea che deve impegnare tutti" ha continuato Fini, altrimenti "il rischio peggiore che possiamo correre nei prossimi tre anni è di galleggiare" e questo vale "per il Pdl e per l'intero Paese".
La terza carica dello Stato ha poi auspicato che il Pdl acceleri sulle riforme. "Dopo le elezioni regionali, le ultime importanti della legislatura - ha spiegato Fini - ci sono tre anni di tempo perché il Pdl possa mettere in campo le sue proposte assumendosi la responsabilità di fare le riforme".

"Al termine della legislatura - ha proseguito – sarà difficile, infatti, spiegare che con una maggioranza così ampia siamo ancora alle prese con la stessa agenda di problemi che ci sono da dieci, quindici anni". Il presidente della Camera è poi tornato sulla necessità di riforme in economia: la flessibilità del lavoro – ha detto – non può diventare "precarietà assoluta". "Abbiamo discusso per anni e abbiamo versato anche qualche lacrima, penso a Biagi e a D'Antona, per la riforma del mercato del lavoro. Non vorrei però che la parola flessibilità sia diventata sinonimo di essere sottopagati e per i giovani di aspettare una vita prima di trovare un lavoro stabile".

"Oggi - ha aggiunto il presidente della Camera - rischiamo di passare da un estremo all'altro. Il sistema che c'era prima contro quello di adesso, dove la parola flessibilità equivale a precarietà assoluta e dove il lavoro flessibile e' equiparato allo sfruttamento legalizzato". “Abbiamo parlato di riforma del welfare e della pubblica amministrazione - ha detto Fini - sottolineando la necessità di non allargare i cordoni della borsa. Voglio segnalare che il federalismo sta moltiplicando i costi e non riducendoli. Vogliamo ragionare su questo?". "Un confronto è necessario - ha concluso - dobbiamo parlare anche di questo e lo possiamo fare adesso che stiamo discutendo di federalismo fiscale".

Leggi tutto