Gianni Letta: la Protezione civile rimarrà pubblica

1' di lettura

Riferendosi al progetto di trasformazione in società per azioni il sottosegretario ha detto che nessuno pensa di far diventare una società privata la Potezione civile che è e rimane un dipartimento della presidenza del Consiglio. Bersani: opposizione dura

BERTOLASO, L'EROE DEI DUE MONDI: LA FOTOSTORY
G8 ALLA MADDALENA, UN'OCCASIONE PERSA: LE FOTO


"Anch'io mi arrabbierei se qualcuno pensasse di trasformare la Protezione civile in una società privata. Ma non è così, e chi lo dice non dice il vero". A parlare è il sottosegretario Gianni Letta che al termine della visita del Papa all`ostello della Caritas alla Stazione Termini di Roma, torna sul dl Protezione civile Spa che negli ultimi giorni ha sollevato un nuovo polverone politico.

"La Protezione civile - ha aggiunto Letta - è e rimane un dipartimento della Presidenza del Consiglio con la sua struttura, le sue funzioni e le sue regole, che sono e restano pubbliche. Con il decreto si era solo pensato di dotarla di uno strumento ulteriore, aggiuntivo, che le consentisse di operare, in determinate circostanze, con maggiore flessibilità ed efficacia. Sono personalmente convinto - ha detto ancora Letta - che come in tutti questi anni nelle emergenze drammatiche e nei grandi eventi ha operato con successo senza questo ulteriore strumento, la Protezione civile di Bertolaso potrà tranquillamente continuare a farlo con gli strumenti abituali e con lo stesso spirito e lo stesso impegno. Questi sì sono i veri strumenti del successo".

Guarda anche:

Bertolaso: sbagliai a fidarmi, ma non merito la berlina
"Per Bertolaso una festa megagalattica": l'intercettazione
Quelli che a L'Aquila alle 3.32 non ridevano
Letta: "Bertolaso è una persona straordinaria"
Bertolaso: niente sesso, solo fisioterapia
Bertolaso: sono vittima dell'invidia

Leggi tutto