Berlusconi: "Dolore per non aver evitato la morte di Eluana"

1' di lettura

Nell'anniversario della morte della ragazza il presidente del Consiglio scrive alle suore della casa di cura dove la giovane è stata ricoverata per 14 anni. Ma la legge è ferma in Parlamento da un anno.

"Vorrei ricordarla e condividere il rammarico e il dolore per non aver potuto evitare la sua morte". Un anno dopo la morte di Eluana Englaro, il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha inviato un messaggio alle suore “Misericordine” della casa di  cura “Beato Luigi Talamoni” di Lecco, dove Eluana Englaro è stata ricoverata per 14 anni.
Il messaggio è stato portato alle suore dal ministro del Welfare Maurizio Sacconi che oggi è stato in visita alla clinica lecchese.


Questo il testo del messaggio del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi:
"Carissime sorelle, è trascorso ormai un anno dalla scomparsa di Eluana Englaro.
Vorrei ricordarla con voi e condividere il rammarico e il dolore per non aver potuto evitare la sua morte. Vorrei soprattutto ringraziare tutte voi per la discreta e tenace testimonianza di bene e di amore che avete dato in questi anni, i gesti di cura che avete avuto per Eluana e per tutte le persone che assistete lontano dai riflettori e dal clamore in cui invece sono immerse le nostre giornate, sono un segno di carità, un esempio da seguire per me e per tutti noi che abbiamo la responsabilità di governare il nostro amato Paese.
Vi prego di pregare per l'Italia perché ritrovi pace e serenità nella vita pubblica e in quella privata di ciascuno di noi, cordialmente Silvio Berlusconi".

Il caso Englaro, la morte di Eluana, le reazioni:





LEGGI ANCHE:

Eluana Englaro, in Parlamento l'hanno già dimenticata
Beppino Englaro a Repubblica: un anno dopo mi batto ancora in nome di Eluana
Beppino Englaro presenta l’associazione "Per Eluana"
La storia per immagini di Eluana Englaro
Viaggio dentro Casa Vidas, l'hospice per i malati terminali

Leggi tutto