Il "legittimo impedimento" alla Camera

1' di lettura

Bocciate le pregiudiziali di costituzionalità presentate da Pd e Italia dei Valori sul provvedimento che consente al premier di sospendere temporaneamente i processi penali a suo carico. La maggioranza modifica il testo, l'Udc apprezza

L'Aula della Camera esamina il legittimo impedimento che punta a sospendere i processi a carico del presidente del Consiglio e dei ministri per almeno 18 mesi.
Una legge che l'opposizione definisce una legge ponte che salva il premier e i ministri in attesa di un nuovo Lodo Alfano stavolta per via costituzionale.

Il primo parere espresso da Montecitorio è stato sulle pregiudiziali di costituzionalità presentate da Pd e Italia dei Valori al testo sul legittimo impedimento, che l'Aula della Camera ha bocciato con 343 voti contrari, 238 favorevoli e 2 astenuti.

In Aula sono stati presentati anche due emendamenti a firma della commissione Giustizia che modificano il testo, nel punto in cui si parla delle attività che consentono al presidente del Consiglio e ai ministri di non partecipare a udienze.
Per il premier viene considerato legittimo impedimento non più ogni attività comunque "connessa" alle funzioni di governo, bensì ogni attività "coessenziale" alle funzioni di governo.
Per i ministri si amplia invece l'elenco delle cause di impedimento. All'esercizio "delle attività previste dalle leggi e dai regolamenti che ne disciplinano le attribuzioni", quale motivo per non andare in udienza, si chiede di aggiungere "nonché di ogni attività comunque coessenziale alle funzioni di governo".

L'Udc, che aveva presentato modifiche in questa direzione, apprezza la decisione della maggioranza, come ha spiegato il vicepresidente dei deputati Michele Vietti.

Il voto finale del provvedimento è slittato invece a domani pomeriggio: come annunciato dal presidente della Camera, Gianfranco Fini, infatti, le dichiarazioni di voto inizieranno alle 17 (anziché alle 11 come previsto inizialmente).


Guarda anche:

Caso Mills, accolto il legittimo impedimento


Leggi tutto