Alfano: critiche non credibili dai magistrati

1' di lettura

Il Governo si schiera con il Guardasigilli. Diverso il parere delle opposizioni. per Bersani (Pd): "Se Berlusconi pretende di risolvere i suoi problemi con leggi per lui, andremo avanti con un paese diviso perché questa soluzione per noi è inaccettabile"

Alla protesta dei magistrati la maggioranza ha risposto, ribadendo la volontà di andare avanti con la riforma giudiziaria. Incomprensibile e mossa da campagna elettorale è stato poi definito l'abbandono delle aule da parte delle toghe, avvenuto al momento dell'intervento del rappresentante del governo durante l'apertura dell'anno giudiziario.Dura la controreplica del ministro della Giustizia, Angelino Alfano, che ha parlato di numerose defezioni nell'Anm relativamente alla protesta e, quindi, ha detto: "Quando le critiche sono cieche e non si associano ad alcun riconoscimento, allora sono meno credibili". Ma anche dall'opposizione si leva qualche voce critica, come quella di Casini, che però ha specificato: "Così rischiano solo di dare esca ai falchi presenti nella maggioranza". Al fianco dei giudici, invece, l'intero Pd, che critica le scelte del governo. Bersani sottolinea poi:"Noi siamo eternamente in questa rappresentazione: i problemi del capo del governo e la giustizia. Credo che i cittadini siano stanchi. Se Berlusconi pretende di risolvere i suoi problemi con leggi per lui, noi andremo avanti ancora dieci anni con un paese diviso perché questa soluzione per noi è inaccettabile". Ma la protesta delle toghe raccoglie il sostegno soprattutto dall'Italia dei valori, presente in molte piazze italiane per i sit-in del "popolo viola".

I magistrati portestano in tutta Italia: i video
LE FOTO DELLA PROTESTA DEI MAGISTRATI
Le proteste dei magistrati contro i governi: le foto di un decennio

Leggi anche:
Anno giudiziario, Alfano: riforme senza indugi
Anno giudiziario, i magistrati: sì alle riforme, ma più risorse
Processo breve: ecco i principali procedimenti a rischio
Processo breve, il Senato approva: i video di tutti gli interventi

Leggi tutto