Giustizia, Mancino: "Normalizzare rapporto con la politica"

1' di lettura

A margine della cerimonia d'inaugurazione dell'Anno giudiziario 2010 nell'aula bunker di "Santa Verdiana" a Firenze, il vicepresidente del Csm ha parlato della necessità di un clima colloquiale e di risorse adeguate

Parlando a margine della cerimonia d'inaugurazione dell'Anno giudiziario a Firenze, il vicepresidente del Csm Nicola Mancino ha, in primo luogo, rilevato la necessità di dotare la macchina della giustizia di risorse adeguate: "C'è bisogno di uno sforzo straordinario che, nonostante le difficoltà finanziarie, mi auguro venga fatto dal governo". La seconda priorità per Mancino è la normalizzazione del rapporto "tra politica e giustizia perché è sempre conflittuale. Fa bene al Paese se c'è colloquio ma, se c'è uno scontro sempre aspro e una presa di distanza della giustizia dalla politica e della politica contro la giustizia, non si va da nessuna parte".

Leggi anche:
Anno giudiziario, Anm protesta in tutta Italia
Anno giudiziario, Alfano: riforme senza indugi
Anno giudiziario, i magistrati: sì alle riforme, ma più risorse
Processo breve: ecco i principali procedimenti a rischio

Le proteste dei magistrati contro i governi. Una storia per immagini

Leggi tutto