Aperto anno giudiziario a Palermo tra proteste Anm

1' di lettura

Anche nel capoluogo siciliano le toghe hanno abbandonato l'aula al momento dell'intervento del rappresentante del governo. Il commento di Nino di Matteo: "I recenti ddl prevedono soltanto la morte breve dei processi"

Anche a Palermo, come negli altri venticinque distretti della corte d'Appello, è stato inaugurato l'Anno giudiziario 2010. E, alla pari degli altri distretti, anche nel capoluogo siciliano le toghe, recando in mano copia della Costituzione, hanno lasciato l'aula al momento dell'intervento del rappresentante del governo. Ai nostri microfoni Nino De Matteo, delegato dell'Anm a Palermo, ha spiegato il significato della protesta, cje non "è a tutela di una corporazione omdi privati. Noi siamo i primi a volere i processi brevi. I recenti disegni di legge, però, non favoriscono l'accelerazione dei processi, ma la morte breve di essi".


LE FOTO DELLA PROTESTA DEI MAGISTRATI

Le proteste dei magistrati contro i governi: le foto di un decennio

Leggi tutto